Quotidiani locali

Finito l’oratorio matildico La riapertura entro l’anno

Villa Poma. All’inaugurazione anche la cerimonia per celebrare i 900 anni L’intervento è costato 80mila euro. Aiuti anche grazie ad “Adotta un mattone”

VILLA POMA. Il restauro dell’oratorio matildico di Ghisione è stato completato ed entro l’anno è prevista una cerimonia di inaugurazione per celebrare i 900 anni dalla costruzione.

Il piccolo edificio era stato danneggiato dal terremoto, anche se in maniera meno grave rispetto ad altri edifici sacri. I lavori alla piccola chiesetta erano iniziati alcuni mesi fa e avevano l’obiettivo di ripristinare la sommità della torre campanaria, collassata col terremoto del 2012.

Una volta iniziato l’intervento, però, si è deciso di migliorare anche il comportamento statico del campanile, realizzando una gabbia di legatura tra l’elemento architettonico e la chiesetta. I tempi si sono leggermente allungati ed è stata necessaria una revisione del progetto e un passaggio in Sovrintendenza.

L’intervento originario aveva un costo che si aggirava intorno agli 80mila euro. Inoltre sono stati realizzati alcuni lavori all’interno dell’oratorio che non erano inizialmente previsti. Il proprietario della casa adiacente il piccolo edificio sacro ha donato una camera che è servita per ampliare la sagrestia che era molto stretta. L’Oratorio è l’edificio storico più antico e rappresentativo di Villa Poma: il primo documento in cui viene citato risale al 1117.

Per poter realizzare il restauro, fortemente voluto dal paese, sono stati stanziati 25mila euro di fondi comunali e altri contributi sono arrivati dalla fondazione Comunità mantovane e dalla fondazione Bpa Banca popolare agricola di Poggio Rusco. Ma per raggiungere la cifra di 80mila euro è stata attivata anche una raccolta di contributi fra i privati con la campagna “Adotta un mattone”. È stato costituito un comitato spontaneo con l’obiettivo di restaurare il campanile di Ghisione, presieduto dal sindaco Alberto Borsari e a cui hanno partecipato don Gianfranco, parroco di Villa Poma, e diversi cittadini.

Il comitato si è occupato di tutti i bandi, della raccolta di fondi e della campagna “Adotta un mattone”, con la quale a chi donava qualcosa veniva simbolicamente assegnato un mattone del campanile. Ora i lavori sulla struttura sono terminati. Si sta provvedendo a chiudere il cantiere, operazione che non dovrebbe occupare più di qualche giorno. Ed entro l’anno verrà organizzata una cerimonia di inaugurazione per presentare l’intervento e per celebrare i 900 anni della chiesa.

Giorgio Pinotti

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista