Quotidiani locali

roncoferraro

Roncoferraro, sala consiliare da rifare: «Altra eredità pesante»

Il sindaco Baruffaldi: «Non abbiamo 32mila euro per i lavori. Il cantiere eseguito appena 15 anni fa, ma il solaio è di nuovo inagibile»

RONCOFERRARO. La sala consiliare del municipio di Roncoferraro è stata dichiarata inagibile agli inizi dello scorso maggio per problemi legati alla staticità del pavimento. Ed ora il sindaco Federico Baruffaldi rivela. «Sistemarla ci costerebbe 32mila euro. Che in bilancio non abbiamo. La sala rimane per ora così com’è ed i consigli comunali saranno fatti in altre sedi, compresa la Sala dei Capi che è stata sistemata». Ma non è tutto. Perché proprio la messa in sicurezza del solaio oggi in condizioni critiche era stata fatta meno di vent’anni fa. Visto che sotto alla sala esiste un “vuoto”, una camera oggi usata per contenere i freezer dove mettere le nutrie cacciate. Una perizia tecnica ha evidenziato «distacco di una porzione di assito ligneo per marcescenza», fessure orizzontali, stato di degrado generale, e addirittura «presenza di stalattiti» con elementi lignei (il pavimento) «già compromessi ed in avanzato stato di degrado tale da non garantire più la portata utile» ridotta quindi a 100kg per metro quadro .

«Lo stesso capitolato di spesa sulla messa a norma è stato fatto 15 anni fa – prosegue il primo cittadino –. Ed allora furono spesi 60mila euro. Al termine dei lavori dci fu una piccola cerimonia con una sorta di reinaugurazione della sala. Ed oggi, a distanza di poco tempo, considerando che si tratta di lavori di muratura, siamo ancora qui a doverci mettere mano. Evidentemente c’è qualche problema nell’eredità che mi è stata consegnata dalle precedenti amministrazioni».

Il riferimento è anche alla vicenda del Fossil free, l’impianto a biomasse creato nel 2007, per riscaldare e raffrescare gli edifici comunali, ma che a conti fatti non avrebbe mai dato gli esisti sperati in termini ambientali ed economici. Una vicenda che ha portato al terremoto politico amministrativo: la spaccatura della precedente giunta, alla presentazione di un esposto in Procura con l’apertura di un fascicolo a carico di ignoti per reati contro la pubblica amministrazione e al cambio di maggioranza con il Pd passato sui banchi dell’opposizione e l’ex minoranza a sostenere con un patto di mandato il sindaco Baruffaldi. Su sala consiliare e Fossil free martedì si discuterà in consiglio.

«Mi hanno chiesto di verificare, conti alla mano, i costi del Fossil free. Ebbene fra il 2007 ed il 2017 sono stati spesi quasi 130mila euro l’anno solo di manutenzioni e costo di gestione, ai quali occorre aggiungere 30mila euro annui di mutuo. Dopo che ho ordinato lo spegnimento della caldaia le spese si sono ridotte a 80mila euro l’anno di gas ai quali vanno aggiunti 9mila euro di costi di conduzione».


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista