Quotidiani locali

«Soldi a rischio per la polivalente»

Porto. Voi: «I fondi sono stati presi da Asep, sull’operazione c’è un quesito aperto al ministero»

PORTO MANTOVANO. Realizzazione del centro polivalente al Drasso park. L’opera da poco più di un milione di euro dovrebbe essere realizzata dal Comune non con fondi propri, ma prelevandoli dalle riserve di capitale della azienda multiservizi Asep srl, del quale è socio. Ma questa delicata operazione di ingegneria finanziaria potrebbe non andare in porto. A porre dubbi sulle modalità inusuale del finanziamento lo stesso settore finanziario comunale che ha sottoposto un quesito al Ministero delle Economia e delle Finanze (Mef) ed in particolare alla struttura che si occupa dei bilanci comunali, la Arconet (Commissione per l’armonizzazione contabile degli enti territoriali). A spiegarlo Il capogruppo d’opposizione Giampaolo Voi che parte dalla delibera di giunta sul piano triennale delle opere pubbliche.

«Lì è inserita la realizzazione della Sala Polivalente, servizi e cucine, da realizzarsi all’interno del Drasso Park – spiega –. Ma i soldi per realizzare l’opera dovrebbe essere prelevati dalle riserve di capitale di Aspe oltre 2 milioni, liberatesi dalla trasformazione da Spa a Srl. Giustamente il settore finanziario ha sottoposto ad Arconet, che è una Commissione nazionale formata dai rappresentanti della Ragioneria Generale dello Stato, Regioni, Ministero degli Interni, Corte dei Conti il quesito se questi fondi possano rientrare fra le entrate». Il Comune è infatti sottoposto al regime del pareggio di bilancio e questo “prelievo” esterno potrebbe in sostanza prefigurare una sorta di “scorciatoia” per fare opere, senza, di fatto, spendere. «È tutto da chiarire se andando a prelevare nelle casse di Asep come fosse un bancomat – spiega Voi – ci sia il rispetto sostanziale delle regole del pareggio di bilancio, ovvero se questi soldi possono essere usati per tale scopo oppure no. Ritengo questo quesito estremamente corretto soprattutto a tutela dei consiglieri comunali che in sede di Consiglio, in occasione dell’approvazione del bilancio di previsione 2018, dovranno votare tale atto».

I tempi della risposta, un parere Arconet che varrà per tutta Italia, potrebbero non essere brevi «Quindi ad oggi – conclude Voi – non sappiamo se i soldi eventualmente disponibili, possano essere spesi per la realizzazione della Sala Polivalente con cucine, nonostante siano mesi che l’ Amministrazione da per certa la sua realizzazione».



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista