Quotidiani locali

Tabaccheria svaligiata A processo due ventenni

SERMIDE. «Siamo passati di lì per caso. Era tutto aperto e così siamo entrati per capire cos’era accaduto. Ma poi sono arrivati i carabinieri, abbiamo preso paura e siamo fuggiti». Così, ieri mattina,...

SERMIDE. «Siamo passati di lì per caso. Era tutto aperto e così siamo entrati per capire cos’era accaduto. Ma poi sono arrivati i carabinieri, abbiamo preso paura e siamo fuggiti».

Così, ieri mattina, si sono giustificati Michele Santini, vent’anni di Sermide, e Ayoub Kamal, 19 anni di Felonica, a processo per il furto alla tabaccheria Redolfi di Sermide, commesso il 5 novembre dello scorso anno. Sul banco dei testimoni anche il titolare della rivendita che ha spiegato come i ladri siano entrati all’interno del suo negozio. Ha raccontato che per mettere fuori uso il sistema di allarme hanno forzato la cassetta esterna che contiene il contatore della luce e hanno tolto la corrente elettrica.

Poi, facendo leva su una barra metallica interna, sono riusciti a forzare la porta e ad entrare.

Dal negozio sono sparite venti stecche di sigarette (valore complessivo del bottino : mille euro) e varie confezioni di caramelle, di sigari e di cartine.

L’udienza, tenutasi davanti al giudice Giuditta Silvestrini, è stata poi rinviata per la sentenza.(gol)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista