Quotidiani locali

PEGOGNAGA

Costò 300mila euro, ma il teatro tenda resta vuoto 

Non è a norma e Il Comune non ha 60mila euro per i lavori. Struttura inservibile e stagione di spettacoli al palo

PEGOGNAGA. Un altro anno senza luci della ribalta, senza artisti che si esibiscono, senza applausi del pubblico. È novembre e nel silenzio generale Pegognaga si appresta a vivere il secondo inverno senza la tradizionale programmazione di spettacoli che, nel corso del tempo, aveva assegnato al paese del teatro Anselmi una posizione di tutto rispetto nel panorama culturale della provincia. E mentre proprio l’Anselmi, ferito dal terremoto del maggio 2012, attende i lavori di ristrutturazione (i soldi, assicurano tutti, ci sono), c’è un’altra struttura che ormai da oltre un anno non serve più a niente. Il teatro tenda Anselmi, vicino alla coop. Costruito a tempo di record proprio per ovviare ai danni fatti dal terremoto allo storico teatro e per consentire al cartellone di spettacoli di non fermarsi. Costato circa 300mila euro, e ora del tutto inutile.

Il tema a Pegognaga è noto e puntualmente, come un fiume carsico, riaffiora nel dibattito politico istituzionale per qualche interrogazione delle minoranze indirizzata al sindaco Dimitri Melli e alla sua giunta. Ma nulla succede. Anche perché, a precisa domanda, l’amministrazione comunale alza le braccia e ammettere di non sapere come uscire dall’impasse. «Abbiamo le mani legate» dice, con la morte nel cuore, l’assessore alla cultura Francesca Tellini, che in passato è stata impegnata in prima persona nell’attività del teatro tenda.

leggi anche:



Ma che cosa ha portato alla situazione attuale? A partire dal 2016 l’attività del teatro provvisorio si è bloccata perché un’ispezione dei vigili del fuoco ha messo in evidenza alcune carenze della struttura in merito a quelli che sono i requisiti di sicurezza. Il sistema anti-incendio è insufficiente, e inoltre sarebbero necessarie alcune modifiche, come lo spostamento dei camerini all’esterno, proprio legate a esigenze di sicurezza. Peccato non averci pensato prima, nel 2013, quando la struttura venne approntata. Comunque, a conti fatti, servirebbero circa sessantamila euro per sistemare il teatro tenda. Ma il Comune ha più volte detto di non essere in possesso di tale cifra. «Anche di recente abbiamo verificato la possibilità di stanziare i soldi – dice Tellini – ma nulla da fare». Insomma, tutto tace.
Ottobre 2013: l'attore Marco Paolini...
Ottobre 2013: l'attore Marco Paolini inaugura il teatro tenda

E intano una struttura da 300mila euro resta vuota e, più il tempo passa, e più si perdono nome e prestigio di una stagione teatrale che era capace di attirare a Pegognaga tanta gente anche da fuori. Dopo il periodo in cui la programmazione fu affidata alla Fondazione Aida (ultima stagione fu la 2015-2016), l’anno scorso il Comune ha provato a rimettere a bando, per un quinquennio, la gestione. Il vincitore avrebbe dovuto farsi carico anche dell’onere dei lavori di adeguamento del tendone alla normativa. Alla scadenza del bando non arrivarono domande. Da allora sulla tradizione dell’Anselmi è calato il sipario.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista