Quotidiani locali

Pegognaga

Pegognaga, al freddo e senza gas da più di due mesi per un disguido

Risolte le pendenze con Enel Energia. «Ma il nostro contatore non è stato ancora sbloccato»

PEGOGNAGA. Madre e figlia, di origine serba, in Italia ormai da diversi anni, residenti in via Ugo Sissa, da due mesi sono senza gas a causa di un disguido burocratico con Enel Energia. La situazione sembrava ad un passo dalla soluzione ma tra il ripristino della colonna, la comunicazione al distributore per togliere i sigilli al contatore sono passati più dei 60 giorni previsti e ora la famiglia che nel frattempo ha regolarizzato i pagamenti e non ha pendenze con Enel Energia, è al freddo.

In casa c’è Jelena Dizdar, 74 anni, casalinga, pensionata e la figlia Alisha, 60 ani, operaia alla Zanotti di Polesine. Per riscaldarsi le pietanze sono costrette ad utilizzare una piastra elettrica, ma per riscaldare la casa devono usare un phon per i capelli e una stufetta elettrica. In questi ultimi giorni l’autunno bussa alla loro porta in maniera pesante tra pioggia, umidità e solo 13 gradi in casa. Madre e figlia vivono prevalentemente in cucina, che è il posto più caldo. Alisha, che deve fare anche le faccende domestiche, per girare per casa deve vestirsi con tuta, giacca e cappello.

«Tutto è nato da una raccomandata arrivata ad aprile scorso – ha spiegato Alisha – Il problema è che nella posta non abbiamo trovato alcun avviso. Io avevo chiesto ed ottenuto di rateizzare una bolletta ma poi, visto l’importo, l’abbiamo voluta pagare subito. Nel frattempo però alla prima raccomandata (non ritirata) spedita Enel, non avendo ricevuto risposta, ne ha inviata un’altra. Anche in questo caso, essendo ad agosto, io e mia madre eravamo in ferie. Quando siamo tornati la colonnina era stata tagliata. Allora ci siamo dati da fare per ripristinare tutto e solo lì abbiamo saputo del disguido. Ci siamo attivati per ripristinare il servizio pagando il nuovo subentro. Enel ci ha perfino restituito 53 euro che avevamo pagato in più. Arriva l’inverno ma siamo al freddo. Mia madre è anziana e spero che non si ammali».

Enel Energia ha assicurato che la colonnina è già stata riattivata e che il distributore ha ricevuto l’ordine solo il 3 novembre scorso, di togliere i sigilli al contatore.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista