Quotidiani locali

comitato civico 

Banchetti per la Grande Mantova

Raccolti i primi questionari del sondaggio. Ora il debutto in città

Primi passi del comitato civico per la Grande Mantova. Nei gazebo allestiti nei gironi scorsi a Eremo, Levata, San Silvestro, Montanara e Buscoldo, i promotori del referendum per la fusione del capoluogo con i quattro comuni dell’hinterland, hanno raccolto le schede del sondaggio distribuite nei giorni scorsi a Curtatone.

«Nonostante la pioggia, che ci ha permesso di tenere aperti i banchetti soltanto per due ore e mezza, nelle urne dei gazebo sono state depositate 255 schede, che si sommano alle oltre ottanta inviate con la posta elettronica – spiega Michele Annaloro, coordinatore del progetto Grande Mantova – La prima impressione, dunque, è positiva».

Dopo aver sondato le opinioni dei cittadini di Curtatone, il comitato è pronto a sbarcare in città.

L’incontro pubblico con gli abitanti del capoluogo si terrà giovedì, alle 21, nella sala civica di via Facciotto 5 (quartiere Te Brunetti, ex sede della circoscrizione).

Nel corso della serata verranno distribuiti i moduli di sondaggio che potranno poi essere riconsegnati ai gazebo durante il “Firmaday”, in programma il 19 novembre.

Già fissati anche gli appuntamenti con gli abitanti degli altri Comuni interessati dal progetto: venerdì il comitato sarà a San Giorgio, il 17 approderà a Porto Mantovano ed il 20 concluderà il tour a Borgo Virgilio, dove il sindaco ha concesso la sala comunale.

L’obiettivo è sondare le opinioni di un campione rappresentativo della comunità e soprattutto raccogliere le 5mila firme necessarie ad arrivare al referendum.

Il comitato comprende esponenti politici di diverso orientamento. Basta pensare che Annaloro è capogruppo di M5S in via Roma e ad affiancarlo ci sono l’azzurro e liberlae, Giuliano Longfils e il leghista Massimo Zera della Lega Nord (r.l.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista