Quotidiani locali

Istruzione superiore, il Manzoni di Suzzara resta al top 

La guida della Fondazione Agnelli sulle superiori che preparano meglio all’università e al mondo del lavoro: la classifica mantovana

MANTOVA. «Scopri quali scuole della tua zona danno una marcia in più per l'università e il mondo del lavoro»: c’è scritto questo nella home page del portale della Fondazione Agnelli che anche quest’anno ha assegnato le pagelle agli istituti superiori italiani. Tra le oltre 6.000 scuole messe a confronto a partire dagli esiti universitari e lavorativi di 1.100.000 diplomati, ci sono anche quelle mantovane.

E per il terzo anno consecutivo la vetta provinciale per le performance ottenute all’università dai suoi studenti, è stata aggiudicata dal Liceo scientifico Manzoni di Suzzara. Per il licei Classici spicca invece il Francesco Gonzaga di Castiglione delle Stiviere (da segnalare la non pubblicazione sul sito della Fondazione dei voti ottenuti dal Galileo Galilei di Ostiglia che lo scorso anno si aggiudicò il primo posto tra i classici) seguito dal Virgilio di città. Ed è di città anche il secondo posto tra i licei scientifici dove troviamo il Belfiore. Il gradino più alto del podio per i licei delle Scienze Umane è invece occupato dal Sanfelice di Viadana. E tra i linguistici spicca il Gonzaga di Castiglione. Le pagelle sono state assegnate da Eduscopio, portale gratuito della Fondazione Agnelli nato nel 2014 come strumento per genitori e studenti per orientarsi nella scelta del dopo terza media.

I ricercatori della Fondazione Agnelli hanno analizzato i dati di circa 1.100.000 diplomati italiani in tre successivi anni scolastici (2011/2012, 2012/2013 e 2013/2014) in oltre 6.000 istituti superiori.

In particolare, per i percorsi universitari dei diplomati, Eduscopio.it ha guardato agli esami sostenuti, ai crediti acquisiti e ai voti ottenuti dagli studenti al primo anno di università, ovvero quello maggiormente influenzato dal lavoro fatto durante gli anni della scuola secondaria. La graduatoria finale è stata stilata in base all’indice Fga che mette insieme, in centesimi, la media dei voti e la rapidità degli studenti nel superare gli esami.

Invece, per coloro che non hanno proseguito gli studi preferendo entrare rapidamente nel mondo del lavoro, Eduscopio.it ha verificato se hanno trovato un’occupazione, quanto rapidamente hanno ottenuto un contratto di durata significativa, se il lavoro ottenuto è coerente con gli studi compiuti o se invece è un lavoro qualsiasi. La principale novità dell'edizione 2017 è poi che anche gli esiti lavorativi dei diplomati da quest'anno riguardano le scuole di tutte le regioni. Esiti che, fanno sapere da Eduscopio, dicono che a due anni dal conseguimento del diploma negli istituti tecnici e professionali, un ragazzo su due lavora.

A questo proposito tra gli istituti tecnici tecnologici mantovani anche quest’anno primeggia per indice di occupazione l’Itis Fermi di Mantova, seguito dal Mantegna di città quindi dal Galilei di Ostiglia. Passando agli istituti con indirizzo tecnico economico il primo posto spetta invece al Pitentino di Mantova seguito dal Manzoni di Suzzara.

Infine gli indirizzi professionali sono divisi in “settore servizi” e “settore industria e artigianato”: nel primo svetta lo Strozzi di San Benedetto Po e nel secondo il San Giovanni Bosco di Viadana.

Dalle analisi della fondazione emerge poi che per molte ragazze e molti ragazzi il passo successivo al diploma è ancora l’accesso ai corsi universitari; si tratta in prevalenza di studenti che hanno frequentato licei ma anche e un buon numero di studenti con alle spalle studi tecnici (circa il 40%). La rimanente parte di coloro che hanno conseguito un diploma tecnico e circa l’80% dei diplomati in un istituto professionale si orientano invece verso l’ingresso nel mondo del lavoro. Ed è proprio quando ci si trova davanti alla complessità di un esame universitario o di una mansione da svolgere sul lavoro che ci si rende conto del reale valore dell’istruzione ricevuta a scuola. «Eduscopio è diventato in questi quattro anni un riferimento per le famiglie - ha commentato Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli - come dimostrano i circa 800mila utenti unici che hanno a oggi visitato il portale».


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista