Quotidiani locali

volta mantovana

Clandestini al lavoro: denunciato l'imprenditore

Ancora un blitz delle forze dell'ordine in un laboratorio cinese

VOLTA MANTOVANA. E’ una vera e propria guerra quella sferrata dai carabinieri del comando provinciale agli imprenditori del distretto della calza che sfruttano manodopera irregolare o clandestina. L’altro ieri, l’ennesimo blitz ad un laboratorio gestito da cinesi. Questa volta è stato compiuto dai carabinieri di Volta Mantovana, insieme ai colleghi della Radiomobile di Castiglione e alla polizia locale e fa seguito all’istituzione, nell’agosto dello anno scorso, di una task force costituita dalla Prefettura di Mantova, con le forze di polizia, polizie locali, Inail, Inps, Camera di Commercio e Ispettorato del Lavoro, con il coordinamento del comandante della Compagnia carabinieri di Castiglione maggiore Simone Toni. Il laboratorio finito nel mirino dei militari questa volta è a Volta Mantovana: Confezioni Zhou Mengdi in via Fermi. Il titolare, un 35enne cinese residente in zona, è stato denunciato per favoreggiamento e sfruttamento di manodopera clandestina. Durante il controllo dell’azienda, infatti, su sette lavoratori, due sono risultati clandestini. Fotosegnalati, sono stati, quindi, accompagnati in questura per le pratiche di espulsione.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista