Quotidiani locali

casalromano 

Il passivo della Sandrini spa raggiunge quota 22 milioni

Aumenta a 22 milioni il totale dei debiti accertati della Sandrini spa, la storica azienda delle costruzioni e del settore elettrico

CASALROMANO. Aumenta a 22 milioni il totale dei debiti accertati della Sandrini spa, la storica azienda delle costruzioni e del settore elettrico, che dopo 50 anni di attività nel novembre scorso è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Mantova. Il debito è stato accertato ieri dal curatore fallimentare Marco Bianchi nel corso dell'udienza per il terzo stato del passivo. La conclusione dell’iter è attesa per aprile. Oltre trecento (309 per la precisione) le domande presentate per accedere ai beni come creditori. Il curatore aveva già chiesto e ottenuto di poter saldare alcuni debiti preliminarmente, utilizzando circa 700mila euro di liquidità già presente nelle casse aziendali e con i quali sono state pagate parte delle spettanze dei creditori privilegiati, in particolare degli ex dipendenti.

Dopo la vendita di alcuni beni mobili aziendali, la perizia consentirà di mettere all’asta il grosso dei beni, ovvero i capannoni industriali, una parte dei quali, gli uffici, è ora affittata per consentire il mantenimento in buono stato degli edifici.

La Sandrini, con 120 i dipendenti al culmine della propria operatività nel 2011, quando il fatturato era salito a 27 milioni di euro, si era ridotta a 60 operai prima di chiudere i battenti con un debito stimato di 29 milioni.

Fulcro dell’attività la costruzione di edifici per la pubblica amministrazione ed in particolare la sanità e l’edilizia scolastica (le scuole di Asola, Goito e Mariana per citare alcune realizzazioni) al settore dell’impiantistica, alla edilizia ecocompatibile, settore per la quale nel 1999 fu la prima azienda in Italia a costruire un intero quartiere progettato dall’archistar Ugo Sasso secondo i criteri della bioedilizia e del fotovoltaico.(fr.r.)

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista