Quotidiani locali

mantova

Nuova macchina contro il dolore

Donata al Poma dal Rotary. Lo specialista: «Un’arma in più per le terapie»

MANTOVA. Nuova apparecchiatura contro il dolore al Poma. Lo strumento, del costo di 5mila euro, è stato regalato alla struttura Terapia del Dolore dal Rotary club Mantova San Giorgio. «È un’arma in più che possiamo sfruttare – dice il direttore del centro, Riccardo Malaspina – la farmacologia ha dei limiti, c’è bisogno anche di mettere in atto interventi specifici locali». L’apparecchio andrà ad agire sul microcircolo vascolare. I benefici? Un aumento dell’ossigeno, un miglioramento del ritorno venoso e la riduzione delle infiammazioni. Lo strumento potrà essere utilizzato in caso di ulcere o lesioni cutanee dei pazienti vasculopatici, diabetici e uretici, per il dolore cronico e anche per problemi dermatologici.

L’apparecchiatura è composta da varie parti. Il body, materassino sui cui coricarsi per il trattamento su tutto il corpo, il pad, fascia per trattamenti su sedi periferiche ben individuate come piede, ginocchio o gomito, il light, modulo per il trattamento della luce indicato per patologie dermatologiche come eritemi e il sit, una sorta di cuscino per chi ha la necessità di rimanere seduto durante la terapia. Il Centro di Terapia del dolore del Poma è un punto di riferimento sul territorio: l’ambulatorio all'ospedale di Pieve di Coriano è aperto solo due giorni alla settimana e quello di Asola saltuariamente. Da anni si avvale di metodiche radio-ecoguidate e aspira a crescere inserendo procedure e tecnologie avanzate (neurolesione con radiofrequenza) che andranno ad affiancare la già presente neuromodulazione (stimolazione midollare e impianti spinali). Nel 2016 sono state 14.913 le prestazioni ambulatoriali, 491 le consulenze e 338 gli interventi algologici specifici.

Barbara Rodella
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista