Quotidiani locali

Viadana

Carabinieri e Telefono Rosa uniti contro la violenza sulle donne 

Si intensificano gli incontri pubblici organizzati dall'Arma nel Mantovano sui temi della sicurezza

VIADANA. Continuano gli incontri publbici dei Carabinieri di Mantova diretti dal colonello Fabio Federici sulle problematiche legate alla sicurezza. In particolare si intensificano nel  Basso Mantovano, territorio di competenza della compagnia  di Viadana, dove gli uomini del capitano Gabriele Schiaffini organizzano con frequenza incontri dove vengono affrontati vari temi come il cyber bullismo, la prevenzione sulle truffe ai danni delle persone anziane, il trasporto e la regolare detenzione delle armi da sparo, l’autoprotezione dai furti in abitazione e dei reati predatori in genere e la violenza sulle donne.

Proprio riguardo alla violenza sulle donne martedì sera si è tenuto l’incontro nella sala “Saviola” del MuVi di Viadana, con la partecipazione dei Carabinieri – con il comandante Gabriele Schiaffini e il comandante della stazione maresciallo maggiore Massimiliano Burroni - , il sindaco di Viadana  Giovanni Cavatorta, l’assessore ai servizi sociali  Alessia Minotti, l’avvocato Paola Mari dell’associazione Telefono Rosa, Amelia Anghinoni, psicologa e psicoterapeuta e il sindaco di Marcaria Carlo Alberto Malatesta.

Di fronte a una folta presenza di cittadini interessati, che nella circostanza hanno gradito l’iniziativa auspicandone la continuazione, si è sviluppato il l’incontro, che ha intrecciato diversi ambiti, tra cui l’aspetto penale relativo alla violenza sulle donne, ma anche l’aspetto più sociologico e quello della violenza psicologica, fattore troppo spesso sottovalutato.

“L’incontro è il risultato del progetto voluto dal comandante provinciale Fabio Federici - spiega il capitano Schiaffini  - che abbracciando completamente la finalità di Telefono Rosa. Paola Mari ha dato il via a questa serie di incontri in tutta la provincia, che permettono finalmente di superare il tabù sull’argomento e spezzare il silenzio che per tanti anni ha regnato riguardo alla violenza sulle donne.”

“Questi incontri sono la miglior espressione di quelle che sono le nostre armi vincente sull’argomento - continua - che sono l’informazione unita alla prevenzione, attenta e costante”.

I punti di ascolto  allestiti in luoghi diversi dalle caserme, sono un progetto messo in atto già da alcuni mesi da parte del Comando provinciale dei Carabinieri di Mantova, per avvicinare ulteriormente la popolazione alla figura del carabiniere e per rendere più agevole il contatto del cittadino con le forze dell’ordine.

Nella circostanza, il comandante provinciale dei Carabinieri di Mantova, colonnello Fabio Federici, esprime la sua soddisfazione per l’impegno profuso dai suoi uomini e per la partecipazione della cittadinanza.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista