Quotidiani locali

porto mantovano 

Pasotti: «Niente differenziata al cimitero»

PORTO MANTOVANO. «Il cimitero di Porto Mantovano è una zona franca rispetto ai doveri di ogni cittadino di rispettare le regole della raccolta differenziata». La denuncia arriva dal gruppo Vivere...

PORTO MANTOVANO. «Il cimitero di Porto Mantovano è una zona franca rispetto ai doveri di ogni cittadino di rispettare le regole della raccolta differenziata».

La denuncia arriva dal gruppo Vivere Porto, che ha presentato un’interpellanza in vista del consiglio comunale di domani. «Vogliamo sapere - commenta il capogruppo Lucia Pasotti - se l’amministrazione è a conoscenza del fatto che all’interno del cimitero Santa Maddalena non viene praticata la raccolta differenziata ma che i rifiuti di ogni tipo vengono conferiti in bidoni e cassonetti riservati al secco non riciclabile».

Come sottolineato dal gruppo di opposizione si tratta «di una scelta evidentemente in contrasto con le regole della raccolta differenziata che tutti sul territorio comunale, cittadini e imprese, sono tenuti a rispettare».

Vivere Porto aveva presentato una segnalazione sul tema già nel settembre 2016. L’interpellanza è frutto di quanto rilevato lo scorso 16 novembre. «Quella mattina, quella successiva alla raccolta quindicinale del secco non riciclabile e giusto dopo le festività dei defunti, davanti ai tre ingressi erano esposti numerosi cassonetti per il secco, svuotati da poco. All’interno del cimitero, invece, sempre nel secco non riciclabile, erano stati gettati fiori, foglie, carta e plastica. Il tutto senza che fossero presenti i bidoni marroni per l’umido».

Da qui la conclusione. «Peccato che questo accada in un luogo dove la maggioranza degli scarti è costituita da rifiuto verde riciclabile. In questo modo si diseducano i cittadini a differenziare». (m.s.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista