Quotidiani locali

goito

Il rondò di Goito è realtà. Folla al taglio del nastro

Inaugurata l’opera che mette in sicurezza l’incrocio a rischio tra le due provinciali. Il sindaco Chiaventi: «Qualche polemica, ma intervento chiave per la viabilità»

GOITO. Amministratori e residenti hanno affollato la cerimonia di inaugurazione della nuova rotatoria di Goito in località Passeggiata. I tanti presenti sono la testimonianza concreta di quanto fosse attesa l’opera che renderà più sicuro l’incrocio tra le provinciali 17 Postumia e 23 Castellucchio-Goito. Un incrocio da sempre a rischio per i pedoni e teatro di molti incidenti anche gravi.

Dopo la benedizione, ha preso la parola il sindaco Pietro Chiaventi. «La realizzazione di quest’opera ha portato alcune polemiche, inutile negarlo, ma dobbiamo considerarne l’utilità. Finalmente un tratto delicato per auto e pedoni è stato messo in sicurezza. Ora, l’obiettivo è collegare questa parte del paese con il centro, completeremo il percorso pedonale. Un grazie, oltre che alla Provincia e a chi ha realizzato l’opera, va alla precedente amministrazione».

Soddisfatto il presidente della Provincia, Beniamino Morselli. «Questa è la seconda inaugurazione in pochi giorni, la prima è stata a Campitello. Credo sia significativo vedere concludersi interventi attesi da tempo. Il tutto con risorse limitate rispetto al passato. Importante la sinergia tra tutti gli enti». Da Morselli anche un accenno alle polemiche dei mesi scorsi. «La ditta, che ha rispettato in pieno i tempi terminando addirittura i lavori con un mese di anticipo, ha sempre lavorato. Il cantiere non si è mai fermato. Non è necessario vedere sempre macchinari in azione, ci sono interventi di vario genere. La vasca di laminazione nel centro? La rotatoria all’ingresso del casello di Mantova Nord, nel mio comune, ne ha una all’interno molto più grande. La realtà è che i tecnici hanno tenuto conto di tutte le necessità per realizzare al meglio l’intervento».

A seguire taglio del nastro e palloncini tricolori rilasciati in cielo. La rotatoria era già stata aperta al traffico prima dell’inaugurazione, alle 10.30. L’opera è costata 450mila euro, 250mila messi a disposizione dalla Provincia e i restanti dal Comune di Goito.

Realizzati due attraversamenti pedonali con segnaletica verticale luminosa e un terzo attraversamento in prossimità della rotatoria. Installato un nuovo impianto di illuminazione, rifatta la pavimentazione stradale e posizionati lampeggianti a led. L’intervento è stato coordinato dall’area Lavori Pubblici e Trasporti della Provincia con la supervisione del dirigente Giovanni Urbani. Responsabile del procedimento Antonio Covino, progettista Marco Guaita e direttore dei lavori Alessia Ferrarini. La rotatoria è stata realizzata dalla ditta Pica srl di Oliveri, Messina.

Matteo Sbarbada
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista