Quotidiani locali

L’esposizione sulla guerra è ufficialmente un museo

Sermide e Felonica. Nei giorni scorsi è stato ottenuto il “marchio” della Regione Tra foto, reperti e pezzi di mezzi militari: la storia è passata dall’argine del Po

SERMIDE E FELONICA. Nei giorni scorsi si è tenuta la cerimonia ufficiale del riconoscimento di status di museo per l'esposizione della Seconda guerra mondiale di palazzo Cavriani a Felonica. Alcuni rappresentanti dell'amministrazione di Sermide e Felonica, tra cui il vicesindaco Annalisa Bazzi, e il curatore del museo, Simone Guidorzi, hanno partecipato a una cerimonia ufficiale di riconoscimento a Milano in Regione.

I rappresentanti del Comune sono stati ricevuti assieme ad altri che hanno ottenuti il medesimo riconoscimento. In realtà il Museo della seconda guerra mondiale di Felonica era stato inserito tra l'elenco dei musei riconosciuti già nel 2013, ma con la cerimonia dei giorni scorsi è stato consegnato un attestato ufficiale ai rappresentanti.

Il documento è un attestato che riconosce l'esposizione di Felonica come un museo certificato dalla regione Lombardia. La collezione di palazzo Cavriani rappresenta una realtà importante e capace di attrarre presenze sul territorio e raccoglie documenti, materiale fotografico, armamenti, divise e mezzi che raccontano la storia del secondo conflitto mondiale.

Quello di Felonica è un centro importante anche per la ricerca storica, infatti i materiali raccolti costituiscono un corpus di documenti e di testimonianze per gli addetti ai lavori e per chi volesse approfondire le vicende belliche avvenute nel basso mantovano.

In particolare il museo raccoglie proprio quelle memorie legate al territorio e ai fatti avvenuti lungo il fiume Po. Un'area che è stata protagonista della battaglia fra anglo americani e truppe naziste, una grande importanza rivestono le vicende legate alla ritirata dell'esercito tedesco che aveva trovato proprio nel grande fiume un ostacolo difficile da superare. Per molti tedeschi il Po è stata una tomba.

Nel museo si possono trovare diversi pezzi e ricostruzioni, molte foto, tra cui quella scattata sull'argine di Felonica che negli anni è diventata il simbolo del museo stesso. L'esposizione di palazzo Cavriani si può visitare tutte le mattine da martedì a sabato dalle 8.30 alle 12.30, mentre la domenica e nei giorni festivi il museo rimane aperto al pomeriggio dalle 14.30 alle 19.30.

I curatori dell'esposizione sono continuamente alla ricerca di nuovo materiale per arricchire la collezione.

Giorgio Pinotti

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista