Quotidiani locali

bigarello 

Diritto allo studio: polemica sul piano

BIGARELLO. Per il secondo anno consecutivo il Piano per il diritto allo studio è predisposto dall’Unione San Giorgio e Bigarello e proposto ai rispettivi consigli per un parere mentre l'approvazione...

BIGARELLO. Per il secondo anno consecutivo il Piano per il diritto allo studio è predisposto dall’Unione San Giorgio e Bigarello e proposto ai rispettivi consigli per un parere mentre l'approvazione spetta al consiglio dell’Unione. Nell'ultimo consiglio il piano ha ottenuto, per quanto compete a Bigarello, il parere favorevole della maggioranza mentre per la minoranza si è astenuto di Fabio Berzoni (M5S) e contrario Massimo Pirrotta (Noi di Bigarello). Il sindaco Barbara Chiesi ha illustrato il piano che per Bigarello prevede una spesa di 99.479 euro ai quali si devono aggiungere 56.600 euro per le spese di utenze e manutenzione ordinaria dei plessi. Gli alunni sono 126 (129 nel 2016) di cui 49 nella scuola dell'infanzia di Stradella e 77 nella primaria di Gazzo. Tra le spese maggiori a carico del comune il servizio assistenza ad personam che costa 18.981 euro. Per il pre-scuola sul costo di 5.673 euro, 3.823 sono a carico del comune e 1.850 euro delle famiglie. Tra i progetti finanziati dal comune il più costoso (2.500 euro) è il potenziamento dell'inglese. Il sindaco ha osservato che i progetti proposti dall’Unione sono prevalentemente didattici e che «tutti sono stati concordati e richiesti dall’Istituto comprensivo e attivati in tutte le scuole dell'Unione». Affermazioni contestata da Pirrotta: «Non è vero che tutti i progetti sono uguali. Basta guardare il progetto orto didattico: per i bambini di San Giorgio si spendono 15.000 euro, per i bambini di Bigarello zero. Eppure vicino alla scuola abbiamo un giardino che può essere utilizzato».

Lino Fontana

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista