Quotidiani locali

roverbella 

Polemica sulle telecamere dopo il furto

ROVERBELLA. La denuncia di un furto scatena la polemica sulla mancanza delle telecamere di sorveglianza e lettura targhe. Succede a Roverbella dove una famiglia ha raccontato su Facebook la...

ROVERBELLA. La denuncia di un furto scatena la polemica sulla mancanza delle telecamere di sorveglianza e lettura targhe. Succede a Roverbella dove una famiglia ha raccontato su Facebook la sparizione della propria auto, una Bmw serie 5 famigliare, avvenuta nella nottata fra giovedì e venerdì.

«Abbiamo visto in faccia i ladri e anche la loro auto – ha raccontato R.G. –. Con le telecamere alle entrate ed uscite dal paese sarebbe stato un gioco da ragazzi trovarli perché l’allarme è stato dato subito e i carabinieri sono arrivati molto velocemente. Purtroppo qui, invece, questi apparecchi sono sempre stati promessi, ma mai realizzati». Il furto è accaduto alle 3,20 della notte, ha raccontato la donna e ad accorgersi è stato il marito. «I ladri erano ancora in casa» ha spiegato la donna. Ad intervenire nel dibattito il sindaco, Antonella Annibaletti, che ha ricordato come da tre anni siano state installate 14 telecamere.

«Inoltre la prima delle telecamere che consentono la lettura delle targhe agli ingressi del capoluogo e delle frazioni è stata installata alcuni giorni fa da Tea in via Mazzini e a breve sarà in funzione» ha spiegato il primo cittadino. Per quanto riguarda il progetto, otto telecamere saranno del tipo lettura targhe. Verranno posizionate negli ingressi del capoluogo, di Castiglione Mantovano e di Canedole. Altre quattro saranno le telecamere di contesto e saranno collocate a Malavicina e Pellaloco. (fr.r.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista