Quotidiani locali

mantova

Mantova, perseguita la ex moglie per mesi: arrestato

In carcere un 50enne di città accusato di stalking: pedinamenti, messaggi e appostamenti sotto casa

MANTOVA. La perseguitava da mesi dopo l’interruzione del loro rapporto sentimentale. Ma lui non si era mai rassegnato e così ha continuato a pedinarla, a tempestarla di messaggi e telefonate e ad esasperarla con ripetuti appostamenti sotto casa. E martedì 5 dicembre al pomeriggio proprio durante uno di questi assillanti presidi sotto le finestre della donna è stato arrestato in flagranza di reato dagli agenti della questura.

Per il reato di stalking un 50enne di Mantova è finito in carcere. Pesante l’accusa: atti persecutori continuati nei confronti dell’ex moglie, che già da tempo aveva detto basta a quel rapporto che non poteva più stare in piedi. L’uomo è stato rinchiuso nel penitenziario di via Poma e per questa mattina è fissata l’udienza di convalida.

Stando a quanto è stato possibile sapere fino a questo momento il 50enne arrestato ha precedenti specifici: cioè la sua ex moglie non è stata l’unica donna finita nel mirino della sua incontrollata gelosia. Prima di far scattare le manette l’uomo era stato più volte richiamato a mantenere un comportamento più corretto, ma evidentemente il suo vizio, ritenuto quasi una sorta di malattia, era più forte del monito ricevuto. E così  il 5 dicembre ha portato a termine l’ultima mossa da stalker: è arrivato sotto casa dell’ex moglie quasi con fare minaccioso. A quel punto la donna, ormai esasperata da quell’atteggiamento che si protraeva da mesi, ha dovuto chiamare le forze dell’ordine. L’uomo è stato quindi preso in consegna dagli agenti e successivamente arrestato per il reato di stalking.
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista