Quotidiani locali

gonzaga 

Sott’accusa per hackeraggio Il carabiniere si difende

GONZAGA. Nuova udienza, ieri, del processo che vede accusato un carabiniere del Radiomobile di Gonzaga con l’accusa di hackeraggio. Più precisamente, di accesso abusivo a un sistema informatico ed...

GONZAGA. Nuova udienza, ieri, del processo che vede accusato un carabiniere del Radiomobile di Gonzaga con l’accusa di hackeraggio. Più precisamente, di accesso abusivo a un sistema informatico ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone. Il militare, 36 annni, difeso dall’avvocato Luca Faccin, ieri è stato ascoltato in aula, difendendosi dalle accuse.

Nell’estate del 2013 il militare decise di aprire un laboratorio di grafica con una donna di Moglia, la stessa che poi l’ha denunciato. Per dare vita alla società sborsarono entrambi 2.500 euro. Il militare si occupava della parte, la socia della commercializzazione. Dopo un dissidio il carabiniere decide di lasciare la società, ma per farlo rivuole indietro i 2.500 euro versati.

A quel punto la socia decise di cambiare la serratura del laboratorio e la password dell’azienda. Ma qui sarebbero iniziati i problemi, perché, secondo le accuse della donna, il militare avrebbe bloccato l’accesso alla mail chiedendo, per sistemare la password di accesso, di riavere i suoi soldi. E anche in seguito l’ex socia si sarebbe accorta che il militare era ancora in grado di entrare nel suo dominio e di controllarlo. La donna si sarebbe procurata prove, sfociate nella denuncia alla polizia postale.



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista