Quotidiani locali

il lutto

Bozzolo, l’ultimo viaggio di Giuseppe sul suo camion

Il funerale del 34enne con il cordoglio della famiglia e dei tantissimi amici e colleghi

BOZZOLO-SAN MARTINO. La gente di Bozzolo e San Martino ma soprattutto tanti camionisti hanno salutato il 34enne di Bozzolo Giuseppe (Piergiuseppe) Zangrossi, stroncato da una malattia all’ospedale di Cremona. La sua salma era stata trasportata a San Martino in località Giardino nella fattoria che da qualche anno abitava e di cui era profondamente orgoglioso. Lì una decina di giorni prima di partire per l’ultima volta per l’ospedale, aveva voluto che si ripetesse, come nelle case paesane della zona, la festa dell’uccisione del maiale senza preoccuparsi della malattia.

Dalla sua casa a San Martino si è mosso il corteo per la chiesa di Bozzolo. A sollevare la bara, nella quale Giuseppe si è portato per sempre i disegni del suo camion fatti dal figlioletto Stefano, sono stati parenti e amici. L’hanno portato davanti ai campi che amava guardare, poi davanti alla stalla e ai barchessali dove c’erano i suoi animali e i suoi attrezzi per poi depositarla su una applicazione davanti all’autotreno che usava e che gli zii di Autotrasporti Boschi dai quali lavorava avevano saldato.

Due colpi di tromba del camion e un grande applauso lo hanno visto partire con in cabina anche la moglie Francesca e il figlio Stefano mentre la polizia locale scortava il corteo. Lacrime in chiesa: accanto a Francesca e Stefano, l’adorata mamma Maria, i fratelli Anastasia, Andrea e Samuele, l’anziana nonna e compatte le famiglie degli zii Boschi e uno stuolo di camionisti. Don Luigi Pisani ha concelebrato con don Marco Sala. Poi la partenza per la cremazione mentre a salutarlo risuonavano le trombe del suo camion.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista