Quotidiani locali

Borgo Virgilio, sparisce la pistola sotto il cuscino

Il furto a casa di un pensionato di Cerese. Continua la raffica di colpi in appartamento nell’hinterland

BORGO VIRGILIO (Cerese). La scalata dei balconi e le finestre forzate per i piani più bassi; le porte d’ingresso, quelle senza blindatura e con le serrature più fragili per chi abita più in alto. Non è facile difendersi dalle bande di ladri specializzati nelle razzie in appartamento che in queste ultime settimane stanno passando al setaccio le zone periferiche della città. Tra i colpi messi a segno ce n’è anche uno portato a termine in un condominio a Cerese, a casa di un uomo di 78 anni a cui è sparita una piccola somma di denaro e alcuni oggetti d’oro di esiguo valore.

Ma il ladro, che ha agito domenica scorsa, ha trovato qualcos’altro di suo interesse: una pistola, che il pensionato teneva in casa con regolare porto d’armi. L’arma però, anziché essere custodita in un armadietto blindato o in una cassaforte, era imprudentemente nascosta sotto il cuscino. Forse proprio come protezione nei confronti dei ladri. Pessima idea: ora in circolazione c’è un delinquente armato in più.

Succede purtroppo non di rado che dalle case spariscano armi. Anche perché pistole e fucili, in Italia non facili da reperire per chi non abbia un permesso rilasciato dalla questura, sono fin troppo facili da smerciare sul mercato nero.

Tra i precedenti, uno a Roverbella: nel novembre dell’anno scorso un uomo di 57 anni era stato svegliato nel cuore della notte da due banditi mascherati che lo avevano affrontato. I due se n’erano andati con una piccola somma di denaro e con una carabina ad aria compressa e una pistola Smith & Wesson calibro 38 special che il padrone di casa custodiva in un armadio.


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro