Quotidiani locali

la cerimonia

Gonzaga ricorda i partigiani e condanna i neofascisti

Celebrato il 73esimo anniversario della battaglia combattuta tra il 19 e 20 dicembre 1944. Presenti i rappresentanti di nove Comuni

GONZAGA. È stato celebrato nella mattina del 16 dicembre a Gonzaga il 73esimo anniversario della battaglia partigiana combattuta tra il 19 e 20 dicembre 1944, in ricordo dei Caduti tra i partigiani, ovvero la medaglia d’oro Alcide Garagnani (Scarpone), Alexander Nakorcemni Klimentievic (Alessandro), Aldo Barbi, Iginio Bardini, Bruno Brondolin, Aldo Ferrari, Fortunato Ferrari, Ugo Roncada, Vasco Zucchi.

Dopo la deposizione delle corone ai monumenti di Bondeno, Palidano e al cimitero di Gonzaga, davanti al municipio si è formato il corteo composto dai rappresentanti istituzionali dei Comuni di Gonzaga, Curtatone, Suzzara, Pegognaga, San Benedetto Po, Moglia, Poggio Rusco, Borgofranco sul Po, Sermide e Felonica. Presenti anche la Croce rossa, l’Associazione nazionale carabinieri in congedo, l’Anpi sezione di Carpi e gli alunni delle classi terze della locale scuola media “Benedetto Croce”.

Sono intervenuti anche i carabinieri della compagnia comando di Gonzaga con il comandante di stazioni Carlo Pavese.

Al poligono di tiro dopo la benedizione impartita da don Lorenzo Lorenzini ci sono stati gli interventi degli studenti delle scuole, della sindaca del consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze Vittoria Lang, del sindaco Claudio Terzi e della professoressa Zena Roncada, nipote di Ugo Roncada, uno dei partigiani caduti, che ha parlato del valore della memoria alla luce della rinascita di movimenti fascisti.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik