Quotidiani locali

PEGOGNAGA

Stop ai tir in centro. Aperta al traffico strada del Torricello

I residenti tagliano il nastro della tangenzialina. Il sindaco Melli: «E adesso stiamo lavorando al rondò»

PEGOGNAGA. «Oggi per Pegognaga è una bella giornata e per la sua comunità è un grande regalo per il prossimo Natale». Lo ha affermato con palese soddisfazione il sindaco Dimitri Melli giovedì 21 dicembre 2017 poco prima del momento del taglio ufficiale del nastro tricolore teso per la cerimonia inaugurale della riqualificazione ed apertura al traffico degli automezzi sulla strada del “Torricello”. La tangenzialina, collocata a est del capoluogo di Pegognaga, collega la strada provinciale 49 con la strada provinciale delle “Chiaviche” dove si trovano il macello cooperativo ex Unipeg e i Magazzini Generali del formaggio. L’apertura dell’arteria stradale consentirà di eliminare il traffico pesante dal centro urbano del paese verso il polo agro-alimentare di via Chiaviche.

Alla cerimonia inaugurale erano presenti Beniamino Morselli presidente della Provincia, i tecnici della Provincia Giovanni Urbani e del Comune Roberto Cova, il parroco don Flavio Savasi che ha benedetto l’opera, la giunta comunale di Pegognaga, l’ex presidente della Provincia Alessandro Pastacci, le forze dell’ordine Carabinieri e Finanza e tanti cittadini residenti in via Chiaviche, via Belfiore e via Garibaldi.

L’imbocco alla strada in zona Torricello
L’imbocco alla strada in zona Torricello

In modo significativo il sindaco Melli ha invitato per il taglio ufficiale del nastro Giulia Braglia e Renzo Gazzoli, rappresentanti del “Comitato dei residenti” che per tanti anni si sono mobilitati per favorire la realizzazione della tangenziale. «E’ un’opera molto importante per il paese – ha precisato Melli – in quanto da domani non passeranno più camion e automezzi pesanti dal centro urbano e nelle vicinanze delle scuole elementari. Questa piccola tangenziale, da tempo attesa dalla gente e che permetterà alle famiglie residenti il superamento dell’annoso problema del traffico pesante e dell’inquinamento atmosferico, ha avuto un costo complessivo di 800mila euro fra espropri dei terreni, lavori stradali e sottoservizi. Un’opera resa possibile dal contributo progettuale della Provincia e dai contributi delle ditte Inalca e M.g.p. Stiamo già lavorando – ha concluso il sindaco – per arrivare alla costruzione del rondò sull’incrocio di strada Torricello con la Provinciale Est e la strada del Vò per Galvagnina, al fine di rendere più sicuro l’ingresso e l’uscita dei camion dalla tangenziale».

Per il presidente della Provincia Beniamino Morselli, si tratta di un’infrastruttura concepita dalle precedente amministrazione guidata dal presidente Pastacci; ha avuto un iter realizzativo piuttosto lungo ma che oggi trova la sua importante conclusione. «Il complesso dei lavori eseguiti dalla ditta Roffia di Marcaria – ha sottolineato Morselli - ha rispettato il cronoprogramma stabilito, mentre la realizzazione è frutto della fattiva e sinergica collaborazione fra le istituzioni del territorio». Al termine della cerimonia il comitato dei cittadini residenti ha ringraziato ed offerto un simpatico rinfresco.


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik