Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro
MANTOVA

Addio a Matilde, una vita per la Lubiam

Caporeparto negli anni della giovinezza, costretta in carrozzella da un incidente, ha continuato a seguire l'azienda anche dalla finestra della casa di riposo 

MANTOVA. Se n’è andata in silenzio, con la riservatezza e la delicatezza che hanno contraddistinto la sua vita. Matilde Madella è stata negli anni belli della sua giovinezza una collaboratrice tra le più valide in Lubiam, caporeparto e “maestra” delle nuove leve, fino a quando un terribile incidente non l’ha ridotta in carrozzella, togliendole la possibilità di continuare in un’attività lavorativa di altissima qualità.

Matilde Madella
Matilde Madella

Nella disgrazia ha avuto sempre vicino il marito “Venci”, anch’egli dipendente Lubiam, che non l’ha mai abbandonata nemmeno un momento, e le colleghe di lavoro, che hanno continuato a esserle vicine nei lunghi anni della sua invalidità. Anche la famiglia Bianchi le è rimasta accanto e la sua più grande gioia, negli ultimi anni trascorsi nella Rsa Luigi Bianchi, era quella di vedere, dalle finestre della sua camera, la ciminiera della fabbrica e il via vai dei dipendenti, che le davano ancora la sensazione di fare parte della grande “famiglia Lubiam”.

I funerali il 28 dicembre alle 10, nella cappella della Rsa Luigi Bianchi. Mancherà Venci, scomparso pochi mesi fa, ma l’accompagneranno le preghiere e i bei ricordi delle persone care. Lei, come ultimo gesto di fedeltà e amore, ha chiesto di essere seppellita con indosso la divisa azzurra della Lubiam.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon