Quotidiani locali

Il Papa e don Primo nel presepe

Bozzolo. Sabato sera la veglia della pace con la Comunità di Sant’Egidio

BOZZOLO. La venuta del papa a Bozzolo il 20 giugno scorso è stata quest’anno il motivo ricorrente nella predicazione del Natale. In parrocchia ha ispirato anche il presepio realizzato da un gruppo di appassionati tra i quali la pluripremiata maestra madonnara Simona Lanfredi Sofia e Marco Bignami per l’impianto scenico.

Per lo stesso motivo sabato si svolgerà a Bozzolo la veglia della pace con la Comunità di Sant’Egidio. Il sentimento poetico del presepio della parrocchiale è affidato alle tre immagini utilizzate dal papa del fiume, della cascina e della pianura.

Ecco allora le immagini di Papa Francesco e di don Primo che si stagliano nel cielo e la Sacra Famiglia in primo piano. Sabato alle 21, alla chiesa di San Pietro, si terrà la veglia per la pace della zona pastorale 5, a cui appartengono anche tutte le parrocchie mantovane della diocesi di Cremona. Il testimone della pace che interverrà quest’anno alla veglia sarà Alberto Quadrucci, segretario generale di "Uomini e Religioni", il dipartimento internazionale della Comunità di Sant’Egidio che si occupa del dialogo tra le religioni e le culture in sessanta Paesi dei diversi continenti.

Durante la serata verrà letto e commentato il messaggio del papa per la 51esima Giornata Mondiale della Pace dedicato ai migranti in fuga dalle guerre collegandolo a don Primo Mazzolari autore del testo "Tu non uccidere". (a.p.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik