Quotidiani locali

Scuole a prova di scosse Caccia ai finanziamenti

La Provincia pronta a candidare progetti antisismici a un bando ministeriale Gli interventi riguarderanno sette superiori. La Zaltieri: sono fondi milionari

Caccia ai fondi ministeriali per rendere sicure da eventuali scosse di terremoto le scuole superiori mantovane. L’amministrazione provinciale sta ultimando dei progetti per l’adeguamento sismico di diversi edifici scolastici di città e provincia per poterli candidare all’inserimento del piano di edilizia scolastica triennale nazionale. Il bando dovrebbe uscire a breve e Palazzo di Bagno non vuole rinunciare alla possibilità di accedere a fondi governativi importanti, sull’ordine dei 10-15 milioni.

«L’adeguamento sismico comporta interventi rilevanti alle strutture degli edifici - spiega il consigliere delegato all’edilizia scolastica, Francesca Zaltieri - e i progetti, realizzati per affidamento esterno per un costo di 135mila euro, riguardano diversi istituti scolastici. Verranno coinvolti il liceo Gonzaga di Castiglione delle Stiviere, il liceo artistico di Guidizzolo, l’Istituto Fermi di città, il don Bosco di San Benedetto Po, il Manzoni di Suzzara, il liceo Maggi di Ostiglia e il liceo scientifico Belfiore di città».

Saranno cantieri di una certa imponenza, perciò andranno gestiti in modo da non disturbare le attività scolastiche. Ma ora l’impegno degli uffici tecnici della Provincia sono concentrati sulla necessità di presentare progetti in grado di ricevere i necessari finanziamenti dallo Stato. Anche perché si integreranno con altri fondi legati alla sicurezza degli edifici scolastici di fronte alle scosse di un terremoto.

«Si tratta delle verifiche sismiche da effettuare sugli edifici scolastici destinati agli interventi di adeguamento - spiega ancora la Zaltieri - il tema principale del 2018, sotto il profilo dell’edilizia scolastica, sarà proprio la pianificazione di interventi di messa in sicurezza sismica».

Intanto l’amministrazione procede con la normale manutenzione, anche per evitare brutte sorprese a studenti e insegnanti al rientro in classe dopo le vacanze. Al don Bosco di Viadana, infatti, viene rimesso a nuovo in questi giorni l’impianto di riscaldamento. All’Itas Strozzi di Palidano sono in corso lavori di riparazione del tetto e all’istituto D’Arco di città vengono sostituiti i serramenti.

L’anno in arrivo sarà anche destinato a vedere l’appalto da 800mila euro per completare la sistemazione dei soffitti in istituti scolastici. Si tratta del completamento dell’operazione avviata quest’anno. «Ma stiamo attendendo il via libera della sovrintendenza, visto che molti edifici scolastici sono storici- dice la Zaltieri - Dovrebbe arrivare a breve».



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik