Quotidiani locali

bagnolo san vito

Sei ragazzi insieme per dire sì allo ius soli

Su Facebook la campagna di sensibilizzazione di Sinistra Italiana

BAGNOLO SAN VITO. Se ne riparlerà (forse) nella prossima legislatura, ma Sinistra italiana di Mantova non vuole che la legge sullo ius soli finisca nel dimenticatoio. Per questo su Facebook rilancia la campagna di sensibilizzazione partita nei giorni scorsi. «Only ius soli» è lo slogan scelto dai sei ragazzi, tutti studenti, che compaiono nella foto che caratterizza l’iniziativa. Si tratta di tre studentesse del Bonomi Mazzolari, Naima Boukal e Rashail Dheer di San Benedetto Po e Latifa Errazni di Bagnolo San Vito considerate ancora straniere dalla legge, immortalate tra i tre amici Raffaele, Manuel e Tiziano che frequentano lo stesso istituto.

Sei ragazzi italiani nel cuore e nella testa, tre anche per carta d’identità e passaporto. «Sei compagni di classe - si legge nella didascalia che accompagna la fotografia - che si interrogano sul significato di cittadinanza partendo dalla discussione sullo ius soli. Sei persone che chiedono di essere ascoltate, ragazze e ragazzi che vogliono dare un volto diverso alla politica». E la frase «Only ius soli» rivendica «il diritto di appartenenza, il diritto di partecipare alle decisioni che coinvolgono tutti gli appartenenti alla comunità».

Fausto Banzi, coordinatore provinciale di Sinistra italiana, tiene a precisare che la legge affossata al Senato «non prevedeva alcun automatismo e nemmeno riguardava l’immigrazione, ma solo la regolarizzazione in termini temporali della cittadinanza di chi è nato in Italia. Il mondo continua a girare ma la politica - conclude - ancora una volta si è dimostrata indietro rispetto all’evoluzione naturale della società».
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro