Quotidiani locali

Il Comune chiede ad Apam nuove linee

Castiglione. L’assessore Paganella: «Servizio attuale inadeguato per qualità, quantità e orari»

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE . L'Alto Mantovano è pronto a chiedere ad Apam nuove linee e nuovi orari per il servizio scolastico dei bus. Ad annunciarlo è l'assessore alla pubblica istruzione del Comune di Castiglione, Manlio Paganella. «Ci siamo riuniti nelle scorse settimane - spiega Paganella - con sindaci, assessori e dirigenti scolastici. C'è la chiara volontà da parte di tutti i Comuni dell'Alto Mantovano di ribadire la centralità delle scuole superiori di Castiglione, in particolar modo dell'istituto superiore Francesco Gonzaga e del Centro di formazione professionale. Tuttavia è emerso che fra i vari problemi che ci sono, uno dei più gravi e il più sentito dalle associazioni dei genitori è quello dei trasporti offerti dal servizio pubblico».

Per Paganella, dunque, si tratta di una questione «seria, urgente e grave che non può più essere rinviata. Serve arrivare in tempi brevi alla soluzione definitiva perché il servizio attuale è inadeguato per qualità, quantità e orari».

L'assessore di Castiglione non nasconde lo stupore nell’aver scoperto che «il servizio pubblico mantovano ha costruito una linea che da Asola porta i ragazzi a scuola a Lonato del Garda, in provincia di Brescia. Senza contare che per molti Comuni dell'Alto mantovano, soprattutto quelli collinari, esiste una sola linea di trasporto pubblico che parte alla mattina presto e i ragazzi e le ragazze sono costretti a viaggi lunghi anche un'ora».

In particolar modo, Paganella cita l'esempio dell'associazione genitori e del presidente del consiglio d'istituto del comprensivo scolastico di Volta mantovana, Monzambano e Ponti sul Mincio «che hanno chiesto un incontro con me e con la scuola per ribadire la volontà di far arrivare i ragazzi nelle scuole superiori di Castiglione. Il problema grosso sono i trasporti, dato che da quei Comuni in poco tempo, con trasporti che funzionano e in tempi brevi, fanno arrivare ragazzi e ragazze a Villafranca, Verona e Mantova».

Paganella, in conclusione, ricorda che «storicamente questo dell'Alto Mantovano è un bacino d'utenza ricco e che ha sempre portato utili e benefici al trasporto pubblico. Il nostro impegno, dopo le festività, è quello di trovarci con i sindaci e nominare due referenti che vado a trattare con il gestore per rivedere orari, corse e tratte». (l.c.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro