Quotidiani locali

castellucchio 

Scuole e strade nel 2018 Via libera alla manovra

CASTELLUCCHIO. Ammodernare le scuole e rendere più sicure le strade. Questi gli obiettivi su cui si concentrerà l’amministrazione comunale di Castellucchio nei prossimi 12 mesi. I progetti sono stati...

CASTELLUCCHIO. Ammodernare le scuole e rendere più sicure le strade. Questi gli obiettivi su cui si concentrerà l’amministrazione comunale di Castellucchio nei prossimi 12 mesi. I progetti sono stati illustrati dal sindaco Romano Monicelli e dal suo vice Silvano Lini, durante la seduta del consiglio di giovedì. Tra i lavori dell’agenda 2018 spicca la riqualificazione della scuola media. Per ammodernare l’edificio e riorganizzare gli spazi, mettendo fine alla promiscuità tra zone didattiche ed aree amministrative del Comprensivo, la giunta ha stanziato 100mila euro.

«Nelle prossime settimane verrà redatto il progetto esecutivo – annuncia il sindaco – e subito dopo organizzeremo la gara per l’assegnazione dei lavori, che abbiamo intenzione di fare in estate». Nel frattempo il sindaco si concentra su un’altra missione: «Prima di Pasqua – anticipa – porteremo la fibra ottica in municipio e in tutte le scuole, ad eccezione della materna di Sarginesco, dove incrementeremo soltanto la portata dell’Adsl – anticipa – Nei prossimi mesi, inoltre, avvieremo un dialogo con gli imprenditori per valutare la possibilità di introdurre la banda ultra-larga anche nella zona industriale». Sul fronte della sicurezza, il Comune ha stanziato 200mila euro per dar vita ad una grande opera di riqualificazione delle strade. I lavori inizieranno in estate, quando è prevista la chiusura dei cantieri di costruzione dell’acquedotto. Per rendere più sicura la provinciale 10, la giunta ha avviato le procedure per introdurre un secondo autovelox.

«La nostra proposta, ora al vaglio della prefettura, prevede l’installazione di una postazione fissa per il controllo della velocità dei veicoli che entrano in paese arrivando da Ospitaletto – spiega il sindaco – L’obiettivo non è far cassa con le multe, bensì indurre gli automobilisti a rallentare in prossimità delle scuole». Nel corso della seduta, il consiglio comunale ha approvato anche le aliquote dei tributi locali, confermando quelle già in vigore nel 2017. L’Imu, dunque, resterà ferma allo 0,96%, mentre la Tasi sarà applicata solo sui fabbricati rurali strumentali, nella misura dell’uno per mille.

Il calcolo verrà effettuato dal Comune, che recapiterà nelle case dei contribuenti gli F24 già compilati. Per l’addizionale Irpef si conferma l’aliquota dello 0,6%. Non ci saranno ritocchi al rialzo neppure per la Tari, poiché il piano finanziario per la gestione dei rifiuti resta pressoché invariato, con un costo complessivo di 498mila euro, a fronte dei 499mila del 2017.

Rita Lafelli

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik