Quotidiani locali

Basso Mantovano

Scuole e palazzi storici, inizia l’anno dei cantieri

A più di cinque anni dal terremoto resta molto da fare. A Poggio è quasi pronto il bando da 4,5 milioni. Quistello al lavoro sul municipio

BASSO MANTOVANO. A oltre cinque anni dal terremoto la ricostruzione nei Comuni del cratere mantovano non è ancora completata. Quest'anno vedrà l'apertura di cantieri importanti, tra cui quelli per scuole e palazzi storici. Molto è stato fatto, ma restano da completare alcune opere. Ci sono stati diversi problemi, i Comuni della Lombardia sono partiti sfavoriti rispetto a quelli dell'Emilia, dove l'erogazione dei fondi è apparsa più rapida, ma grazie alla tenacia degli amministratori locali anche nel cratere mantovano la ricostruzione ha ricevuto nuovo impulso. I fondi sono stati stanziati e le opere sono partite o partiranno quest’anno. Proprio per quest'anno è previsto l'avvio del cantiere delle nuove scuole elementari di Poggio Rusco.

Un'opera voluta dal Comune: il progetto è stato finanziato dalla Struttura commissariale per un importo di 4,5 milioni. Sarà presto istituita la gara d'appalto e l'obiettivo è iniziare i lavori in estate. Previsto poi il recupero della Torre falconiera per 430mila euro. Di questa cifra, 320mila euro saranno finanziati grazie alle assicurazioni comunali sul terremoto, mentre 110mila saranno stanziati dallo Stato.

Un altro nodo, oggetto anche di pesanti scontri politici, rimane lo stabile delle vecchie elementari. Una prima fase prevede una messa in sicurezza dell'edificio, riparando il tetto e consolidando la struttura. Ma la vera sfida sarà riuscire a trovare i fondi per recuperare la palazzina che, secondo un accordo fra Comune e Provincia, dovrebbe ospitare in futuro le classi dell'Istituto alberghiero.

A Quistello rimane da recuperare, oltre alla chiesa, lo storico palazzo del municipio, seriamente compromesso. Secondo le previsioni anche in questo caso il cantiere dovrebbe vedere l'apertura quest'anno, per un costo che si aggira intorno ai 3milioni e 200mila euro. I fondi dovrebbero arrivare grazie all'ordinanza sui municipi danneggiati.

Stesso discorso per il palazzo Ducale di Revere. La Provincia sta istituendo la gara d'appalto e sono già state selezionate le 15 aziende che parteciperanno. Un intervento sull'edificio era già stato fatto, ma rimane da recuperare parte dello stabile, il costo di questa seconda fase si aggira tra gli 800 e i 900mila euro, quasi totalmente finanziati dallo Stato. Lavori di restauro sono attualmente in corso al municipio di Quingentole, il palazzo vescovile. Il cantiere è stato aperto nei mesi scorsi e si stanno recuperando i saloni affrescati del primo piano, contemporaneamente è in corso un consolidamento delle strutture. In questo caso il costo sarà di 685mila euro, finanziati dalla Struttura. Ma la ricostruzione non si esaurisce con questi importanti cantieri, non va trascurato il settore privato, le case.

I fondi vengono erogati con regolarità, ma rimangono ancora delle pratiche da evadere e diversi cantieri sono ancora in corso o devono essere avviati. C'è anche chi ha completato i lavori ma deve ancora ricevere i fondi.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon