Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro
CASTIGLIONE

Alsafil: viene avviata la trattativa

Il 9 primo vertice dopo l’annuncio della mobilità. Sindaco in campo

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. L’annuncio che ad appena 4 mesi dall’acquisizione la nuova proprietà Fulgar avvierà le procedure di mobilità per 33 dei 37 dipendenti della filati Alsafil crea sconcerto nel fronte sindacale. L’8 riprenderà la produzione e il 9 si terrà, salvo rinvii dell’ultima ora, il primo vertice con l’azienda. In agenda al primo punto, la necessità di capire cosa stia succedendo realmente. L’asta di settembre, con la quale il produttore di filati di Castel Goffredo si era aggiudicato l’azienda castiglionese superando con un rilancio da 16,3 milioni l’offerta della leader mondiale del settore, l’israeliana Nilit Ltd, aveva dato a molti osservatori l’impressione che Fulgar volesse solo evitare che il boccone finisse nella mani della diretta concorrente. Lettura confermata da recenti voci su trattative di vendita dei capannoni di Alsafil.

Per questo i sindacati chiedono chiarezza a Fulgar. «Il comportamento dell’azienda è inaccettabile e per certi versi inspiegabile – spiega Adolfo Feudatari per la Femca Cisl –. Prima di proporre qualsiasi iniziativa, vogliamo capire dalla proprietà come sia possibile un’acquisizione e poi subito lo stop alla produzione». Parole che anche Claudio Bussi (Filctem Cgil) usa a riprova della compattezza del fronte sindacale: «Alsafil produce filati, come Fulgar, e doveva diventare la seconda linea produttiva. Spendere tanto per poi chiudere la produzione non ci convince». «Delusione, tanta – aggiunge Giovanni Pelizzoni, Uiltec Uil – perché Fulgar sembrava una soluzione ai problemi di mercato. Qualcosa ci sfugge e per questo attendiamo un chiarimento faccia a faccia con la nuova proprietà». Un vertice che segnerà l’avvio della trattativa sindacale e che vede i Cobas, al momento defilati: «Mi auguro e credo che le mobilità saranno molte meno di quelle annunciate», dice Saverio Confetti. Mentre il Comune seguirà in prima linea: «È stata una doccia fredda – conferma il sindaco Enrico Volpi –. Chiederemo subito un incontro per valutare spazi di possibile soluzione».(fr.r.)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro