Quotidiani locali

la testimonianza 

«Torce e fari di auto nella notte. Dalle 5 è partita quella musica»

 La testimonianza di un agricoltore che abita proprio in via Albareda

GONZAGA. Decine di camper, centinaia di giovani che all’improvviso arrivano in un piccolo paese della Bassa all’alba del 31, e nessuno si è accorto di nulla? È una domanda che si fanno in tanti. Insieme a tante altre: com’è possibile che da tutta Europa abbiano scelto Bondeno? Chi ha segnalato quel capannone? Come è stato possibile avvertire migliaia di persone senza incappare in qualche sentinella delle autorità? Per ora sono domande che restano senza risposta. «Certo qualche informatore ci sarà stato», si lascia sfuggire il sindaco di Gonzaga, Claudio Terzi.

Interessante la testimonianza di un agricoltore che abita proprio in via Albareda: «Erano le 4.45 quando sono uscito di casa per andare nella stalla. E ho visto torce accese e fari di auto e ho temuto fossero ladri di rame. Così ho chiamato i carabinieri. La musica è iniziata poi alle 5.30». Disagi e paura non sono mancati, per chi ha casa e campi lì: «A centinaia hanno attraversato i terreni, lasciando sporcizia e segni di pneumatici e gettando sigarette sul fieno. Per questo abbiamo chiesto, invano, che fossero riaperti i cancelli».
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro