Quotidiani locali

viabilità 

Ecco il T-Red di Porta Cerese. Occhio a passare con il giallo

Il semaforo intelligente è stato installato a Porta Cerese, all’incrocio tra le vie Brennero e Parma

MANTOVA. T-Red: bastano quattro lettere a evocare multe salatissime e punti falcidiati dalla patente. Le quattro lettere in questione identificano gli implacabili semafori intelligenti che puniscono gli automobilisti troppo disinvolti, quelli convinti di essere più veloci del giallo o, peggio, gli avventati che bruciano proprio il rosso. Come annunciato e previsto, ieri il T-Red è stato installato a Porta Cerese, all’incrocio tra le vie Brennero e Parma: il semaforo va ad aggiungersi a quello collocato tra strada Circonvallazione sud e viale Pompilio, all’incrocio per l’Itis, e precede di qualche giorno l’installazione del terzo semaforo della serie a Dosso del Corso, tra strada Circonvallazione sud e via dei Toscani (la prossima settimana.

La scelta non è casuale né punitiva, ripete l’assessore Iacopo Rebecchi: «Si tratta di incroci molto pericolosi, e i dati del T-Red collocato nell’estate del 2016 all’incrocio dell’Itis dimostrano l’efficacia del semaforo nel disincentivare le infrazioni, la prova è nella curva delle sanzioni, diminuite col passare dei mesi. L’intervallo tra il giallo e il rosso misura 5 secondi, il massimo di legge».

Altrove, anche nell’hinterland, i T-Red sono molto più spietati e concedono solo 3 secondi a chi azzarda il passaggio col giallo. E, comunque, ad avvertire automobilisti e camionisti ci sono i cartelli. Dopo il montaggio, il semaforo di Porta Cerese dovrà superare il collaudo, solo allora entrerà in funzione (questione ancora di qualche giorno). Tristemente noti anche come “vampiri rossi”, i T-red hanno due occhi intelligenti: uno legge il colore del semaforo, l’altro (a infrarossi) decifra la sequenza di numeri e caratteri della targa dei veicoli. Quando l’occhio puntato sul semaforo vede giallo, si apre anche il secondo. Cosa si rischia? Codice della strada alla mano, bruciare il giallo e passare col rosso, anche solo con la coda dell’auto, può costare da 162 a 646 euro (da 216 a 861,33 se l'infrazione è commessa tra le 22 e le 7). Magra consolazione, il 30% di sconto se la sanzione è pagata entro 5 giorni dalla notifica. La mazzata è nei 6 punti azzannati in un colpo solo e per i più “distratti”, quelli a cui capita d’inciampare nel rosso per due volte nell’arco di 2 anni, è prevista la sospensione della patente da 1 a 3 mesi.
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro