Quotidiani locali

sicurezza

Mantova: picco di arresti anti-droga, aumentano le violenze

La questura traccia il bilancio dell’attività nel 2017 a tutela della sicurezza. Raddoppiate truffe online e aggressioni. Furti in calo in provincia, ma non in città

Il bilancio 2017 del questore di Mantova: furti in diminuzione, ma in aumento la violenza sulle donne Sabato il questore Salvatore Pagliazzo Bonanno ha presentato il bilancio del lavoro dei suoi uomini per il 2017, confrontandolo con i risultati del 2016. I dati evidenziano un calo dei furti e un imponente lavoro contro lo spaccio. Non mancano però le criticità. Nel 2017 sono infatti raddoppiate le truffe online, ma ciò che più preoccupa è l’aumento, rispetto al 2016, delle violenze sessuali, degli scippi, delle rapine in banca e negli uffici postali e delle rapine all’interno di esercizi commerciali.

MANTOVA. Un costante sforzo per garantire il massimo della sicurezza ai cittadini, una lotta senza quartiere contro lo spaccio di sostanze stupefacenti e un’instancabile attività di prevenzione per cercare di arginare il fenomeno dilagante di furti, rapine e truffe. Ma anche un’opera di intelligence per impedire pericolose infiltrazioni di natura terroristica. Sono questi i punti di forza che caratterizzano il lavoro delle forze di polizia, presentato ieri mattina dal questore Salvatore Pagliazzo Bonanno. Ma non mancano le criticità, evidenziate da due anni di attività messe a confronto.

leggi anche:



Nel 2017 sono infatti raddoppiate le truffe online, ma ciò che più preoccupa è l’aumento, rispetto al 2016, delle violenze sessuali, degli atti sessuali nei confronti di minori, degli scippi, delle rapine in banca e negli uffici postali e delle rapine all’interno di esercizi commerciali. Per contro l’intensa attività di prevenzione e repressione deve la sua efficacia ai collegamenti tra le varie forze e alla preparazione professionale di sezioni specifiche come l’Antidroga, l’Anticrimine, la Digos e le Volanti che controllano il territorio ventiquattro ore su ventiquattro. I dati riportati in tabella sono solo una sintesi dell’impegno profuso. Riguardano l’intera provincia. Differiscono da quelli del capoluogo dove i furti e le aggressioni sono in aumento. I furti da 2013 sono passati a 2038 e le aggressioni da 80 a 104.

leggi anche:



Il 2017 porta con sé un primato: quello delle persone arrestate per droga e la quantità di stupefacente sequestrato e quindi fatto sparire dai mercati dello spaccio. Sono state 14 le persone finite in manette e 26 quelle denunciate. Undici chili e 310 grammi il quantitativo di cocaina sequestrato, 567 grammi di hashish, 114, 691 chili di marijuana, 46 grammi di eroina, 587 piante di marijuana,10 grammi di metanfetamina e 17mila euro in contanti.

Intensa l’attività della Squadra Mobile che di recente ha visto un cambio al vertice. Nel corso del 2017 sono state indagate 24 persone, due gli arresti con le detenzioni in carcere, cinque gli interrogatori, otto le perquisizioni, 4 le intercettazioni telefoniche e ambientali, sei le audizioni protette di minori (è il dato che balza agli occhi, legato, purtroppo, all’aumento dei casi di maltrattamento e violenza sessuale che nella grande maggioranza dei casi trovano terreno fertile in ambito familiare). E ancora, sette le misure cautelari ottenute, alternative al carcere e cinque le persone collocate in abitazione protetta. Anche il capitolo immigrati la dice lunga sull’attività di controllo da parte delle forze di polizia.

Nel 2017 sono state fatte 75 espulsioni, di cui 70 extracomunitari. Sono stati eseguiti venti accompagnamenti alla frontiera, 18 erano extracomunitari e due comunitari: tra questi l’accompagnamento coatto di Alin Silviu Ciobanu che ha creato non pochi grattacapi alle forze dell’ordine durante il periodo della sua permanenza in città.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik