Quotidiani locali

Mottella-Mantova La ciclabile pronta per l’estate 2019

L’opera rientra nel piano da 3,3 milioni dell’Unione Comuni In programma anche sistemazioni stradali e arredo urbano

SAN GIORGIO DI MANTOVA. Fra un anno e mezzo i cittadini di San Giorgio potranno andare in bici a Mantova direttamente su una ciclabile. L’indicazione emerge dalla lettura del piano triennale delle opere pubbliche adottato dall’Unione dei Comuni San Giorgio e Bigarello a novembre.

Un complesso di investimenti che vale 3 milioni e 315mila euro e che si pensa di realizzare entro il 2020 grazie all’accensione di mutui per 2 milioni ed il restante prelevato dalle casse comunali.

Circa metà degli investimenti servirà per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle rete stradale comunale e mezzo milione sarà utilizzato, spalmato nel triennio, per la riqualificazione ambientale e l’arredo urbano del centro abitato di San Giorgio e di Gazzo.

Forte attenzione sarà però data alla rete delle ciclabili alle quali sono destinati 720mila euro. Se nel 2019 si pensa al potenziamento della rete verso Bigarello e alla complessiva riqualificazione, con la riqualificazione di 103 aiuole lungo un tratto di due chilometri, per l’anno in corso è in cantiere l’opera più attesa.

Si tratta del tratto ciclabile di circa 3 chilometri che congiungerà il nucleo abitato di Mottella a Mantova. La ciclabile è inserita nel progetto “Mantova ciclabile” che ha ottenuto a fine luglio un finanziamento europeo volto a sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori e in particolare all’obiettivo aumento della mobilità sostenibile nelle aree urbane. L’importo complessivo del progetto Mantova ciclabile è di un milione e 900mila euro, 800 dei quali ottenuti dai fondi Europei di Sviluppo Regionale, altrettanti dal Comune di Mantova e 300mila dal Comune di San Giorgio.

La ciclabile partirà dall’innesto di via Mazzini sulla Legnaghese, circa di fronte a via Castiona e si svilupperà sul lato destro della via. Per ostacoli di carattere tecnico, al momento non sarà illuminata. Il tratto sottopasserà il cavalcavia dell’Ostigliese dove per l’attraversamento saranno posati un’isola spartitraffico illuminata e un semaforo a chiamata. Una volta passata la provinciale, la nuova pista utilizzerà i larghi marciapiedi del quartiere Lunetta per giungere al ponte di San Giorgio e da qui connettersi al tratto che sarà riqualificato con l’attraversamento in passerella del porto Catena alla rete per il quartiere Valletta Valsecchi ed infine, con un sottopasso ferroviario, al Bosco Virgiliano. Nell’altro verso, i ciclisti potranno utilizzare il tratto già costruito sulla Legnaghese ed il sottopasso al semaforo di Mottella per congiungersi alla rete sino alla Foresta Carpaneta e quindi a Bigarello. Dopo la progettazione preliminare curata dalla Provincia di Mantova, quella definitiva è stata curata dal Parco che ha affidato l’opera allo studio Squassabia. Attualmente il progetto esecutivo è stato inviato alla Regione che dovrebbe approvarlo entro marzo. Dopo il bando di gara, il cantiere è previsto entro questa estate per concludersi un anno dopo.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori