Quotidiani locali

magnacavallo 

Anche il Pd dice no al biogas

La segretaria Forattini: «Ambiente e salute sono beni preziosi»

MAGNACAVALLO. La segretaria provinciale del Partito Democratico e candidata alle elezioni regionali, Antonella Forattini, interviene sul progetto del nuovo impianto a biometano di Magnacavallo, contro il quale è stata promossa nei giorni scorsi una petizione, a cui hanno aderito anche gli esponenti locali del Pd.

«Siamo al fianco di cittadini e amministratori nel dire no a questo nuovo impianto che andrebbe ad aggiungere un ulteriore forte impatto negativo a un territorio che non presenta infrastrutture adeguate a sopportarne il peso. Un impianto di questo tipo, infatti, peserebbe sulla viabilità di questa zona, già delicata da questo punto di vista».

La preoccupazione dei cittadini, spiega Forattini, «è comprensibile, anche alla luce del fatto che un intervento di questo tipo avrebbe una portata di ampio raggio e coinvolgerebbe, oltre al comune di Magnacavallo, anche Borgofranco, Poggio Rusco, Schivenoglia, Carbonara, Sermide e Felonica. Ambiente e salute - conclude Forattini - sono beni preziosi ed è arrivato il momento di pretendere per il nostro territorio un principio di sviluppo sostenibile».

Va detto che, come la Gazzetta di Mantova ha riportato sull’edizione di ieri, sono stati circa settecento i cittadini di Magnacavallo e dei paesi limitrofi (tutti quelli che ne subirebbero le conseguenze ambientali) a firmare la sottoscrizione per dire no all’impianto a biogas. Il fronte del no, dunque, si allarga ulteriormente.



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori