Quotidiani locali

san giacomo delle segnate 

Truffe via internet, due denunce

Arriva la richiesta di soldi, ma casa e pezzi di ricambio non esistono

SAN GIACOMO DELLE SEGNATE. C’è chi affitta case non sue, chi vende pezzi di ricambio che non esistono. L’importante è ricavarne denaro, truffando il prossimo con i soliti sistemi di compravendita via internet. Ben due i casi segnalati dai carabinieri di San Giacomo Segnate che, alla conclusione delle indagini, hanno denunciato due persone.

La prima è una 20enne italiana residente nel Vicentino la quale, dopo aver pubblicato un falso annuncio relativo all’affitto di un trilocale e consapevole della non disponibilità, si è fatta accreditare la somma di 324 euro da una 33enne di San Giacomo. Il secondo è un 46enne italiano residente nel lodigiano che, dopo aver pubblicato un falso annuncio relativo alla compravendita di alcuni componenti di una motocicletta, che ovviamente non esistevano, si è fatto accreditare la somma di 650 euro, da un 55enne, sempre della zona di San Giacomo. Inutile dire che gli articoli acquistati non sono mai arrivati a destinazione.

Ma le varianti della truffa sono infinite: denunciato pure un 33 enne marocchino residente nel modenese che, presentatosi alla porta di una donna di San Giovanni del Dosso, dopo essersi qualificato come tecnico per il controllo dei contatori dell’acqua, ha tentato di convincere la padrona di casa ad aprire la porta. La donna non è caduta nel tranello e ha chiamato i carabinieri.



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon