Quotidiani locali

Lavori da 3,2 milioni per la scuola

Volta. In tre anni di cantieri l’edificio sarà a consumo energetico vicino allo zero

VOLTA MANTOVANA. Un cantiere spalmato su tre anni, per rispettare i periodi di aule aperte. Alla fine dei quali l’edificio scolastico della scuola primaria ed il vicino Palasport non solo saranno a consumi energetici vicini allo zero, ma in alcuni produrranno più dei consumi, garantendo un forte risparmio alle casse comunali ed un grande beneficio per l’ambiente.

Il progetto di riqualificazione energetica delle scuole è stato inserito nel piano triennale delle opere pubbliche varato dalla giunta alla fine dello scorso anno. Lo studio di fattibilità è già stato redatto dall’architetto Roberto Vagni ed ha partecipato al bando “Free” indetto dalla regione Lombardia con il quale si cofinanziano i progetti con una quota massima del 30% a fondo perduto e del 40% pagando gli interessi degli eventuali mutui.

Il finanziamento si aggiunge ed è cumulabile al conto energia con il quale lo Stato paga la produzione di energie da fonti rinnovabili, in particolare i pannelli fotovoltaici. A carico del Comune, su un investimento complessivo di 3 milioni e 181mila euro resteranno circa 811mila euro che saranno pagati grazie ad un mutuo ad interessi zero.

I lavori potrebbero partire già fra pochi mesi, nella estate entrante e concludersi in tempo utile per l’anno scolastico 2020-2021.

«Abbiamo voluto dare una risposta importante sul piano del miglioramento degli edifici scolastici - spiega il sindaco Luciano Bertaiola –. La Primaria di Viale Marconi è stata costruita a metà degli anni ’70. Allora era un edificio di concezione avanzata. Oggi mostra qualche pecca dovuta all’età, anche se si tratta di un bene importante del nostro patrimonio».

Il difetto, comune a tanti edifici coevi, è quello degli alti consumi energetici necessari per mantenere un clima adeguato in aule e palestra. «Si rifaranno le coperture utilizzando una lamiera e coibentazione ad altissimo spessore. Su questa copertura saranno posati nuovi pannelli fotovoltaici oltre ai 70 kW che già oggi ci sono. Saranno sostituite tutte le vetrate e infine sarà creato il cappotto su tutti i muri esterni in modo da evitare dispersioni energetiche. L’impianto di riscaldamento sarà interamente rifatto utilizzando le pompe di calore. Così come l’illuminazione, che utilizzerà la tecnologia led. Alla fine produrrà energia e ne consumerà poca. Per noi è un investimento importante».

Francesco Romani

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori