Quotidiani locali

SAN GIORGIO

Ancora un assalto al postamat, ma il colpo sfuma 

Dopo Ceresara, nuovo episodio a Mottella. La banda viene sorpresa e tutto va all'aria. Dietro alla nuova incursione la stessa firma del primo colpo: hanno di nuovo usato l'innesco marmotta 

SAN GIORGIO. Difficile pensare che non si tratti della stessa gang. L’innesco marmotta - come si chiama in gergo - è la firma della banda che, dopo aver fatto saltare il postamat di Ceresara mercoledì 31 gennaio, nella notte tra il 2 e il 3 febbraio ha ritentato il colpo allo sportello di Mottella, San Giorgio. Questa volta però non è andata bene, per i ladri. Scoperti dalla polizia hanno dovuto abbandonare tutto e darsi alla fuga prima di poter fare cassa.

L’allarme antifurto dell’ufficio postale di San Giorgio è scattato alle 3.50. La centrale operativa della polizia che ha ricevuto il segnale l’ha girato alla squadra Volanti che, trovandosi già in zona, in pochi minuti era già sul posto. I ladri stavano ancora armeggiando allo sportello postamat: avevano già forzato l’intelaiatura allargando la sede della feritoia da cui viene erogato il denaro e, con l’aiuto di un’asta metallica, avevano inserito un involucro, probabilmente contenente polvere pirica, da cui uscivano dei cavi elettrici collegati ad una batteria appoggiata al marciapiedi. Ma non hanno avuto il tempo di dare fuoco all’innesco. Vedendo arrivare i lampeggianti della polizia, i banditi sono saliti rapidamente su un’auto di grossa cilindrata, facendo perdere le loro tracce.

L’ordigno quindi è rimasto nel postamat, inesploso. Di conseguenza la polizia ha fatto mettere in sicurezza tutta la zona, evacuando anche una famiglia che abita nell’appartamento sopra le Poste. Poi sono stati fatti intervenire gli artificieri della polizia di Stato che hanno provveduto al disinnesco dell’ordigno. Niente bottino dunque (a Ceresara erano fuggiti invece con le due cassette di sicurezza e qualche migliaio di euro) ma notevoli danni arrecati comunque al bancomat forzato. L’ufficio postale  è rimasto chiuso il 3 febbraio per controlli e per i lavori di riparazione. (dm)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori