Quotidiani locali

mantova

Caccia al posto in classe: a Mantova il liceo scientifico sportivo deve dire no

Cinquanta richieste di iscrizione all’indirizzo del Belfiore, ma i posti sono solo 28. La preside: non ci permettono di avviare due classi, dovremo fare una selezione. Il corso di studi è attivo anche ad Asola e Suzzara

MANTOVA. Ancora un boom di iscrizioni per i licei scientifici sportivi che saranno costretti a rifiutare l’iscrizione a una parte degli studenti. Anche quest’anno le iscrizioni al prossimo anno scolastico, 2018-19, sono destinate a creare delusioni di diversi studenti di terza media che si vedranno costretti a cambiare l’indirizzo scelto. Scaduto martedì sera alla 20 il termine per iscrivere online i ragazzi che frequenteranno in settembre le prime elementari, medie e superiori, dalla scuole mantovane esce già un verdetto: il liceo sportivo istituito allo scientifico Belfiore di città ha ricevuto almeno una cinquantina di richieste (il dato deve però essere aggiornato), vale a dire quasi il doppio di quelle che possono essere accolte in una classe.



A nulla è servito aggiungere nelle scuole superiori di provincia, il Manzoni di Suzzara dallo scorso anno e il Falcone di Asola quest’anno (la prima classe esordirà in settembre), un analogo indirizzo. Anche in quelle scuole arrivano richieste di iscrizione, ovviamente, ma questo non ha impedito il surplus di numeri al Belfiore.

«Saremo costretti a fare una scrematura perché possiamo fare una classe di 28 studenti - spiega la preside del Belfiore, Marina Bordonali- Abbiamo istituito una commissione che valuterà le domande di iscrizione e farà una graduatoria in base ai criteri di cui gli studenti e le loro famiglie erano già informati. È una compito davvero ingrato, ma non abbiamo scelta. Non possiamo istituire una seconda sezione, come accade negli altri indirizzi di studio, perché nonostante le richieste inoltrate al ministero da parte dei licei sportivi di tutta Italia, ancora vige il divieto tassativo di aumentare le sezioni.

leggi anche:

Se ne può fare soltanto una. È un bene che ci siano altri indirizzi scientifici sportivi in provincia, ma purtroppo questo non risolve il problema. I ragazzi si iscrivono in base alla facilità con cui possono raggiungere la scuola dalla loro abitazione. Raggiunger e la città è relativamente semplice perché ci sono molte linee di pullman, altri centri non sempre sono così facilmente raggiungibili. Insomma, il problema è complesso e comprende anche questo aspetto».

Non sarà facile trasferire le domande non accolte ad altri licei sportivi. Al neonato scientifico sportivo del Falcone di Asola, ad esempio, le richieste di iscrizione arrivate fino a ieri mattina erano quasi sufficienti a colmare i 28 posti disponibili. «Se non sbaglio abbiamo uno o due posti liberi - spiega il preside Giordano Pachera - e non possiamo accoglierne altri per legge».
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori