Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro
supermercati

IperSimply, Sos dei lavoratori al sindaco di Mantova

L'8 febbraio Cgil, Cisl e Uil in via Roma. Il gruppo Auchan presenta ai sindacati la griglia dei possibili trasferimenti in sette supermercati di Mantova, Viadana, Verona, Castenedolo, Desenzano, Peschiera e Ghedi

MANTOVA. Tre posti (circa) in via Giustiziati a Mantova, qualcuno in più (si parla di 6 o 7) a Viadana e gli altri distribuiti tra i punti vendita di Verona, Castenedolo, Peschiera del Garda, Desenzano e la più lontana Ghedi: il gruppo Auchan ha presentato il 6 febbraio ai sindacati la griglia dei possibili trasferimenti per i 34 dipendenti dell’IperSimply di Ponte Rosso.

leggi anche:

L’elenco sottoposto a Roberta Franzini e David Gabbrielli di Filcams Cgil, Alessandra Sergi di Fisascat Cisl e Daniele Grieco di Uiltucs Uil, non riporta i nominativi dei singoli dipendenti con la destinazione finale, ma le posizioni attualmente aperte, con mansioni e orari, in tutti i supermercati della catena situati in un raggio di cinquanta chilometri da Mantova.

I sindacalisti si sono riservati di sottoporre la griglia dei trasferimenti ai lavoratori in un’assemblea convocata per lunedì 12 febbraio. Sarà l’occasione per raccogliere eventuali disponibilità agli spostamenti proposti dall’azienda. Adesioni non semplici viste le difficoltà di partenza: nella maggior parte dei casi si tratta di donne con contratto part-time dovuto a esigenze famigliari difficilmente conciliabili con un posto di lavoro troppo lontano da casa.

leggi anche:



Dal canto suo Auchan si sarebbe detta disponibile a studiare orari di lavoro che favoriscano il car-pooling tra colleghi pendolari mentre non avrebbe messo sul tavolo la possibilità di rimborsi chilometrici per i trasferimenti casa-lavoro.

Nel non sottovalutare la disponibilità del gruppo a ricollocare tutti i dipendenti, le segreterie di Filcams, Fisascat e Uiltucs contano di mettere in campo tutte le strategie possibili per garantire il posto all’intero organico di via Verona. Al momento la possibilità di eventuali interruzioni del rapporto di lavoro non è stata menzionata, ma nel caso non ci fossero alternative si punterebbe a una procedura di licenziamento accompagnata da ammortizzatori. I prossimi incontri con l’azienda sono già stati calendarizzati per il 12 e il 15 febbraio. L’obiettivo è di arrivare a siglare un accordo tra le parti prima del 28 febbraio, giorno in cui il supermercato chiuderà i battenti.

Intanto, su richiesta dei sindacati, giovedì 8 la vertenza IperSimply arriverà in via Roma: alle 11.30 il sindaco Mattia Palazzi e il vicesindaco Giovanni Buvoli incontreranno i rappresentanti dei lavoratori. Oltre a un interessamento dell’amministrazione, non è esclusa la richiesta di un impegno per ricollocare parte del personale IperSimply nelle nuove catene pronte ad alzare le saracinesce in città. Come il discount Aldi che già a fine marzo dovrebbe essere inaugurato a Boccabusa. O come Esselunga. (m.v.)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori