Quotidiani locali

ostiglia

Non ci fu stupro: assolto il portiere

Era stato accusato di violenza dalla donna delle pulizie dell’albergo

OSTIGLIA. Assolto per non avere commesso il fatto. Si è chiusa così, giovedì 8 febbraio, nelle aule del tribunale, la vicenda giudiziaria di G.B., 53 anni, domiciliato a Luzzara, finito a processo con l’accusa di violenza sessuale. Lui, all’epoca dei fatti (il 25 luglio 2014) portiere di notte all’albergo “La Ciminiera” di Ostiglia, era stato accusato di violenza da una giovane donna che in quel periodo lavorava nella stessa struttura turistica come donna delle pulizie. Secondo il racconto di quest’ultima, l’uomo si sarebbe approfittato di lei una sera in cui la donna si sentiva poco bene, e avrebbe chiesto il suo aiuto. L’imputato, sempre secondo le accuse, l’avrebbe portata in una stanza vuota e lì l’avrebbe costretta con la forza a un rapporto sessuale.

La donna aveva denunciato il fatto insieme con il suo compagno, sottoponendosi agli accertamenti sanitari di rito all’ospedale di Pieve, che però non avevano dato un responso tale da costituire una prova.

Di più. L’accertamento della verità svolto nelle aule del tribunale ha preso presto una strada diversa da quella della conferma delle gravi accuse. Dopo il rinvio a giudizio, ad aprile, nel giro di un paio di udienze si è arrivati all’assoluzione. Da una parte sono emersi elementi contraddittori nella ricostruzione della donna; quindi è emersa l’assenza di evidenti segni di violenza. Infine, dopo la denuncia, la donna è sparita dalla circolazione, trasferendosi in Svizzera e non presentandosi alle udienze in cui avrebbe dovuto raccontare i fatti. Così, dichiarate vane le sue ricerche e in assenza di altre prove, il giudice Giuditta Silvestrini ha deciso per l’assoluzione, in linea peraltro con l’orientamento espresso dal pm Giacomo Pestelli.

Successo anche per la linea difensiva dell’avvocato Stefano Vigna, che tutelava l’imputato. Secondo la difesa non si sarebbe trattato di una violenza ma di un rapporto consensuale, seguito da una richiesta di un aiuto economico rimasta vana, e da qui l’accusa. Si sta valutando la controdenuncia per calunnia.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon