Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Ora la vecchia Acm chiede il suo fallimento: la sentenza a giorni

Mantova Calcio

DE SANCTIS & CO

Ora la vecchia Acm chiede il suo fallimento: la sentenza a giorni

Tramontato il progetto del concordato preventivo, ora è la stessa società a chiedere che venga messa la parola fine

MANTOVA. È iniziato il conto alla rovescia per il fallimento della vecchia Acm, ovvero del Mantova calcio presieduto da Marco Claudio De Sanctis. Giovedì 8 febbraio è andato in scena l’ultimo atto del naufragio della società che, con la richiesta di concordato preventivo, aveva cercato di evitare il fallimento dopo che a chiederlo erano stati prima una donna, creditrice dell’importo di 1.650 euro, e poi il pubblico ministero. Alla duplice istanza la società aveva opposto, dunque, la sua controproposta. Richiesta in bianco, ovvero con la promessa di produrre in seguito doverosa documentazione che illustrasse il piano di salvataggio e le modalità di restituzione almeno parziale dei soldi ai creditori. Ma, nonostante l’iniziale ok e le proroghe concesse, non è arrivato nulla. Se non, nei giorni scorsi, una rinuncia formale al concordato e, l'8 febbraio, un’istanza di fallimento da parte della stessa società. Sempre l'8 febbraio il giudice Andrea Gibelli si è riunito in camera di consiglio. La sentenza verrà resa nota nei prossimi giorni.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori