Quotidiani locali

brescello

Denuncia un'aggressione con l'accetta, ma è tutto falso

Il giovane prima incolpa due amici poi confessa: "Mi andava di dire così"

BRESCELLO. Ha raccontato ai carabinieri di Reggio Emilia di essere stato minacciato con un'accetta da due amici e di essersi fratturato il tallone del piede nel tentativo di fuggire dall'appartamento. Peccato però, che il suo racconto fosse totalmente falso. Siamo a Brescello, nel Reggiano, e il protagonista della vicenda un 30enne originario di Boretto: l'uomo, conosciuto dai carabinieri per via dei suoi precedenti, è stato denunciato per procurato allarme e simulazione di reato. I militari, dopo averne ascoltato il racconto, hanno provato a cercare dei riscontri, sentendo anche i due amici del ragazzo, un 48enne di Brescello e una 30enne mantovana, i quali hanno confermato la presenza in casa del giovane negando però ogni forma di minaccia. Alla fine, anche lui è crollato e di fronte agli investigatori si è giustificato dicendo: "Mi andava di dire così". L'unica cosa vera rimane la frattura del tallone, che è costata al ragazzo una prognosi di 25 giorni dopo le cure mediche in ospedale.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon