Quotidiani locali

San benedetto po 

Così l’isolata Portiolo difende servizi e negozi di vicinato

La frazione più lontana dal capoluogo vede l'apertura di una nuova attività. All'inaugurazione sindaco e parroco

SAN BENEDETTO PO (Portiolo). Mentre da più parti si esalta l’importanza del vicinato contro l’insicurezza, il pericolo di incursioni di ladri nelle abitazioni, o la solitudine, a Portiolo, frazione di San Benedetto, l’esperienza del vicinato sta alla base del vivere civile.

Sarà per la geografia, che vede la frazione come la più lontana dal capoluogo. Sarà per la storia, che richiama ancora oggi nella sopravvivenza della Soms (società di mutuo soccorso) l’impegno solidale del medico socialista Romeo Romei. O sarà anche per il carattere fiero degli abitanti, che hanno sempre esaltato la loro autonomia, complice la difficoltà di raggiungere il centro di San Benedetto Po.

Sta di fatto che qui il sostegno alle proprie tradizioni e alle nuove iniziative è diffuso capillarmente e coinvolge tutti, come quando, qualche anno fa, si è trattato di difendere la presenza dell’ufficio postale quando i piani di riorganizzazione dell’azienda lo davano in chiusura.

Per questo la frazione ancora oggi conserva alcuni servizi essenziali, che diventano ancora più importanti considerando l’aumento dell’età media della popolazione.

Accanto alla posta, nel giro di 150 metri ci sono la farmacia, il medico, la chiesa, un rifornito negozio di alimentari, il forno e, da qualche giorno, è stato riaperto anche il bar-trattoria in un ambiente preso in affitto dalla Soms.

All’inaugurazione erano presenti il sindaco Roberto Lasagna e il parroco don Albino Menegozzo, che ha benedetto la nuova attività.

Entrambi hanno sottolineato l’importanza della riapertura che è segno della vivacità di questo borgo e garantisce la possibilità di un luogo di incontro e di buona cucina.

In occasione di pranzi di lavoro, feste o compleanni, “Gabri” propone le sue specialità: dal gnocco fritto con prosciutto di Langhirano ai tortelli con la zucca ma anche con patate, erbette, radicchio, speck e porcini.

In particolare Lasagna ha evidenziato come mantenere i servizi sostenibili non è solo compito dell’amministrazione, ma soprattutto dei cittadini, che con le loro scelte vanno a premiare le attività di vicinato rispetto alla grande distribuzione.


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori