Quotidiani locali

gonzaga

Accesso informatico abusivo. Il giudice assolve carabiniere

Gonzaga. Accesso abusivo a un sistema informatico ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone: con queste pesanti accuse era finito a processo un carabiniere

GONZAGA. Accesso abusivo a un sistema informatico ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone: con queste pesanti accuse era finito a processo il carabiniere del nucleo radiomobile di Gonzaga Bruno Piccolo, di 36 anni.

Al termine dell’udienza del 13 febbraio il militare, difeso dall’avvocato Luca Faccin, è stato assolto dal giudice Giuditta Silvestrini per non aver commesso il fatto.

Il pubblico ministero Silvia Bertuzzi ha concluso la sua requisitoria con la richiesta di condanna a tre anni di reclusione.

La parte civile, rappresentata dall’avvocato Silvia Ebbi ha chiesto invece un risarcimento di 40mila euro e una provvisionale, immediatamente esecutiva, di 20mila euro. La sentenza di assoluzione ha annullato anche queste richieste. Qualche giorno fa, prima dell’udienza di ieri mattina, l’avvocato Faccin ha depositato una memoria nella quale ha spiegato, in maniera molto articolata, come sono andati i fatti.

Una ricostruzione “sposata” dal giudice e che ha portato all’assoluzione del militare. Ma a carico di Bruno Piccolo pesa un altro procedimento penale per falso e distruzione di documenti.

L’udienza è stata fissata per il prossimo 16 febbraio. (gol)
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon