Quotidiani locali

bozzolo

Bypass ferroviario: soluzione più vicina. Ma ora serve lo studio

Bozzolo. Vertice ripreso dopo 2 anni con Comune e Rfi. Torchio soddisfatto: «Riconosciuta l’importanza d’area»

BOZZOLO. Il tavolo tecnico sul bypass ferroviario fa un passo in avanti. Riunito a due anni di distanza dall’ultimo incontro a causa della decadenza dell’amministrazione bozzolese e delle successive elezioni, il vertice ha riportato all’attenzione di Rfi (Rete ferroviaria italiana), della Regione e della Provincia il tema delle lunghe code e del continuo disagio degli attraversamenti al passaggio a livello della linea Mantova-Cremona che interrompe le due strade d’accesso fra il paese e la Cremonese. Un isolamento che si è accresciuto per l’aumento vertiginoso dei convogli merci, triplicati nel giro degli ultimi anni.

Una petizione con 2mila firma di cittadini, la disponibilità del Comune a mettere gratuitamente a disposizione le aree per i lavori ed infine quella di un privato, la catena di supermercati Migross-Eurospin, che verrebbe beneficiata dall’eventuale bypass, di pagare la progettazione, sono i tre assi che il sindaco di Bozzolo Giuseppe Torchio ha messo sul tavolo per cercare di modificare una programmazione che nell’area è congelata a causa dei tempi biblici dei progetti autostradali Tibre e Mantova-Cremona. Negli accordi Rfi-autostrade, infatti, è previsto un raccordo stradale a Ovest, verso Tornata. A fronte dell’incertezza sui tempi di realizzazione delle opere, Torchio ha chiesto venga anticipato il lavoro sul bypass (cavalcaferrovia o sottopasso saranno i tecnici a dirlo) fra via Cremona e viale Valzania. «Rfi ha confermato che del vecchio accordo per l’eliminazione dei passaggi a livello nel mantovano sulla linea Mantova-Cremona, sono rimasti 3 milioni ancora da spendere – spiega lo stesso Torchio –. Ci ha chiesto quindi di presentare uno studio di fattibilità in modo da poter valutare una modifica della vecchia programmazione e partire con il bypass».

In sostanza, invece di interventi sparsi sull’intera linea, ci si concentrerebbe per primo su Bozzolo, riconosciuto come punto nodale critico dell’intera area. Resta da chiarire se l’apertura del futuro bypass comporterà la chiusura della provinciale 64, l’altro accesso a Bozzolo. Ma sarà lo studio di fattibilità a dirlo.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon