Quotidiani locali

canneto

Condannato a 8 mesi per la morte di un motociclista

Canneto. Per l'85enne Roberto Capelli il pubblico ministero aveva chiesto dieci mesi

CANNETO SULL’OGLIO. Otto mesi di reclusione contro i dieci chiesti dal pubblico ministero. È questa la condanna inflitta il 13 febbraio dal giudice Giuditta Silvestrini a Roberto Capelli, 85 anni, di Acquanegra, per aver causato la morte del 22enne Andrea Iori di Piadena. Ha anche disposto il pagamento, nei confronti della famiglia della vittima, di 50mila euro a titolo di risarcimento.

L'incidente è avvenuto il 2 settembre di sette anni fa tra Acquanegra e Canneto, sul ponte del Chiese. Per il giovane non c'è stato nulla da fare: è morto sul colpo dopo essere andato a sbattere frontalmente contro una vettura. Il giovane motociclista era in sella alla sua potente Honda CB 1000 R e proveniva da Acquanegra, dove a quanto pare si era recato per trovare un'amica. Al rientro verso casa ha incontrato sul suo cammino un trattore, con il rimorchio carico di rotoballe di fieno. Il mezzo agricolo, che procedeva in direzione di Acquanegra, aveva appena attraversato il ponte sul Chiese e stava svoltando a sinistra per imboccare una strada sterrata. Il ragazzo è arrivato in velocità e ha urtato la parte terminale del rimorchio. (gol)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon