Quotidiani locali

MANTOVA

Viale Pompilio più sicuro: passaggi pedonali a isole

Il progetto copierà viale Risorgimento, presto l’approdo in consiglio comunale. Al vaglio anche il nodo via Indipendenza: fissata un’assemblea al Club Tre Età  

MANTOVA. Gli attraversamenti pedonali saranno ben segnalati e con isole al centro della carreggiata per consentire il passaggio in due fasi, ben più sicuro. Viale Pompilio diventerà, insomma, come viale Risorgimento. L’assessore alla polizia locale Iacopo Rebecchi ha ufficializzato l’inserimento dell’opera nel piano del traffico compreso nel Pums, il piano di mobilità sostenibile, di prossima approvazione in aula. E lo ripeterà agli abitanti del quartiere nel corso dell’assemblea pubblica che verrà organizzata dal Club delle Tre età alla fine del mese. Il tratto interessato è quello che collega l’incrocio con via Indipendenza e quello con strada Circonvallazione sud.

Rebecchi si era già mostrato possibilista su questa soluzione per dare più tranquillità a chi percorre questo lungo rettilineo su cui si affacciano le camere mortuarie dell’ospedale Poma e l’ingresso della clinica San Clemente. Non solo. Da viale Pompilio si accede ai quartieri Pompilio (via Indipendenza) e Due Pini. Questo significa che il viale viene utilizzato non solo da chi deve recarsi nelle due strutture sanitarie, ma dagli abitanti (anche in bicicletta) dei due quartieri.

Più volte in questi anni il Club, che ha sede in via Indipendenza e annovera tra i propri associati numerosi anziani di Due Pini e Borgo Pompilio, ha richiesto interventi per rendere meno pericoloso il viale per gli utenti a rischio, vale a dire pedoni e ciclisti. Nel corso degli anni sono state ipotizzate varie soluzioni, come l’istituzione di una senso unico (e la realizzazione di una ciclopedonale) o l’installazione di dossi anti-velocità. Alla fine è stato scelto il metodo meno costoso, con minori complicazioni sotto il profilo viabilistico e realizzabile in tempi relativamente brevi.

Ma l’assemblea sarà anche un momento di confronto su un’altra questione viabilistica da anni al centro del dibattito tra gli abitanti del quartiere: il nodo di via Indipendenza, la strada principale del quartiere di Borgo Pompilio. Il Club presieduto da Luciano Tonelli ha richiesto all’amministrazione comunale di istituire nuovamente il senso unico di percorrenza dopo che, in seguito a una petizione, l’amministrazione precedente aveva modificato la viabilità con un doppio senso di marcia.

L’attuale amministrazione, in realtà, ritiene possibili entrambe le soluzioni visto che in entrambi i casi non ci sarebbero grosse conseguenze sul sistema generale viabilistico. Ma vuole accertarsi di scegliere l’alternativa richiesta dalla maggioranza degli abitanti. «Via Indipendenza è stata portata a doppio senso su richiesta di alcuni residenti che avevano fatto una raccolta firme – ricorda l’assessore Rebecchi – al prossimo incontro con i residenti al Club delle Tre Età sottoporremo le soluzioni possibili alternative per via Indipendenza con eventuale ritorno al senso unico e la possibilità di avere una corsia riservata ad autobus e biciclette oppure una ciclabile in sede propria. Ogni soluzione ha dei pro e dei contro che dovranno essere tenuti in considerazione dai residenti».

Il Comune non arriva a considerare l’ipotesi di un vero e proprio referendum, ma una consultazione dei residenti si rende comunque necessaria. Non si esclude che la questione diventi oggetto di una nuova petizione, questa volta organizzata dai fautori del ritorno al senso unico con ciclabile collegata a quella di Pompilio e quindi alla pista del cavalcavia di Belfiore.


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon