Quotidiani locali

mantova

Microcredito per i ragazzi, aiuti per scuola e lavoro

Firmato l’accordo tra Comune e Agape per i primi tre bandi da 151mila euro. Risorse destinate alle famiglie fragili. Fondi anche per libri, master e patenti

MANTOVA. Fondo scuola, microcredito Boomerang e fondo futuro. Partono i primi finanziamenti per aiutare la formazione e i progetti lavorativi dei giovani nell’ambito del progetto Generazione Boomerang.

Il budget per i primi tre fondi validi fino al 2019 è di 151 mila euro, una cifra che verrà ripartita a seconda delle domande che arriveranno. L’intero progetto ha a disposizione due milioni di euro, metà dei quali finanziati da Fondazione Cariplo.

L’iniziativa è promossa dai 15 Comuni del Consorzio Progetto Solidarietà, che coincidono con i comuni del distretto socio-sanitario di Mantova, e dall’associazione Agape onlus in partenariato con Sol.Co Mantova, PromoImpresa - Borsa Merci, Centro Servizi del Volontariato Mantovano, Liceo Scientifico Belfiore di Mantova e Arci Mantova.

Ieri la firma dell’accordo per i primi fondi da parte dell’assessore al welfare Andrea Caprini e don Giorgio Dall’Oglio di Agape. I tre bandi sono rivolti ai ragazzi che vivono in famiglie fragili e sono residenti nei comuni del distretto socio-sanitario di Mantova che include oltre al capoluogo, Bagnolo San Vito, Bigarello, Borgo Virgilio, Castelbelforte, Castel d’Ario, Castellucchio, Curtatone, Marmirolo, Porto Mantovano, Rodigo, Roncoferraro, Roverbella, San Giorgio, Villimpenta. Il fondo scuola, che non prevede la restituzione del contributo, è pensato per i ragazzi dai 14 ai 25 anni per aiutarli a completare il loro percorso di studi e di formazione.

Vengono finanziate le spese per l’acquisto del materiale scolastico, per gli abbonamenti ai trasporti pubblici e per tutto ciò che può facilitare la frequenza scolastica e lo studio a casa dagli occhiali da vista alle quote per le attività organizzate dalla scuola o dall’ente di formazione. Il microcredito Noomerang è indirizzato ai giovani tra i 14 e i 28 anni con difficoltà di accesso al credito bancario ordinario per realizzare i loro progetti di vita. Si tratta di un prestito che va restituito con tassi agevolati che finanzia la frequenza di scuole e università (trasporto, iscrizioni o affitto per studenti fuori sede), ma anche l’acquisto di apparecchiature informatiche necessarie per iniziare un nuovo lavoro, anche subordinato, e aiuta nell’avvio o nel consolidamento di una piccola attività autonoma. E poi l’affitto di un’abitazione e l’acquisto di arredi ed elettrodomestici.

Il fondo futuro è aperto ai ragazzi tra i 17 e i 28 anni e punta a facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro. Può essere chiesto, ad esempio, per master o corsi abilitanti e per conseguire la patente di guida. Si tratta di un fondo di rotazione perché chi ne farà richiesta si prende l’impegno di restituire la somma presa che potrà così andare a beneficio di un altro giovane.

E i giovani sono al centro dell’intero progetto Generazione Boomerang che prevede anche l’apertura di spazi co-working e servizi di accompagnamento per start up. Per far crescere il salvadanaio dell’iniziativa e implementare o dare vita a nuove proposte anche i privati possono contribuire con ulteriori finanziamenti. Per informazioni scrivere a proximis@caritasmantova.org o chiamare 0376327788 o 0376323917.

Dalla prossima settimana tutte le indicazioni potranno essere consultate anche sulla pagina Facebook Generazione Boomerang.

Barbara Rodella
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro